Roma, protestano gli studenti di Medicina. In Italia un corso su due è a numero chiuso

In pieno periodo di test d’ingresso alle facoltà a numero chiuso si fa aspra la protesta degli studenti. «Gli iscritti sono sempre meno e si continua a respingerli»

La protesta degli studenti di Medicina alla Sapienza di Roma (adnkronos.com)

La protesta degli studenti di Medicina alla Sapienza di Roma (adnkronos.com)

Molti giovani aspiranti medici aderenti al Link movimento studenti dell’Università La Sapienza di Roma hanno protestato davanti la facoltà di Medicina costituendo un muro di cartone per simboleggiare il test a numero chiuso che sta alla base delle immatricolazioni presso il loro ateneo. La protesta pacifica ha avuto lo scopo di richiamare l’attenzione sull’eccesso di rigidezza nella selezione a numero chiuso per l’ingresso alla facoltà di Medicina proprio nel periodo in cui prendono avvio i test in tutte le università italiane.

La protesta degli studenti di Medicina alla Sapienza di Roma (adnkronos.com)

La protesta degli studenti di Medicina alla Sapienza di Roma (adnkronos.com)

IDONEI O RESPINTI – Stando a quanto si apprende dalle dichiarazioni degli organizzatori della manifestazione, è estremamente importante «abolire il numero chiuso e ripensare l’accesso alla facoltà di Medicina. È un problema che riguarda sia le possibilità date ai giovani che il funzionamento del Servizio Sanitario nazionale. Abbattere questo muro vorrà dire avere finalmente un’università senza barriere. Perdiamo migliaia di iscritti ogni anno e invece di cercare di recuperarli impediamo loro sempre di più l’accesso libero ai corsi». Ad oggi sono 5.677 i candidati iscritti ai test d’ingresso per soli 1001 posti disponibili alle facoltà di Medicina, Chirurgia, Odontoiatria e Protesi Dentaria dell’Università La Sapienza di Roma. Ma quello capitolino non è il solo ateneo a prevedere, per quei corsi di laurea, un rigido rispetto del numero chiuso.

SEMPRE PIU’ CHIUSISono sempre di più, infatti, gli atenei che scelgono di adottare le modalità di immatricolazione legate ai test d’ingresso. Stando a quanto si riscontra nella media nazionale, solo Lettere e Filosofia resta una facoltà a libero accesso. Anche Psicologia, Giurisprudenza ed Economia, infatti, hanno adottato di recente il numero chiuso. La scelta dei test d’ingresso rappresenta uno strumento di imprescindibile selezione per le università, ma sembra essere solo una inutile barriera da abbattere per decine di migliaia di studenti. Secondo i calcoli dell’Unione degli Universitari – dati basati sulla considerazione dei dati ministeriali e relativi ai singoli atenei – la percentuale delle facoltà che prevedono il numero chiuso, nel corso del 2015, è arrivata a toccare quota 44% (un 5% in più rispetto allo scorso anno accademico).

Sono sempre di più le università italiane che prevedono il numero chiuso per l'immatricolazione ai corsi di laurea (adnkronos.com)

Sono sempre di più le università italiane che prevedono il numero chiuso per l’immatricolazione ai corsi di laurea (adnkronos.com)

IN TUTTA ITALIA – Sul territorio accademico nazionale, anche per i corsi di laurea che si sono sempre basati sul libero accesso agli studi il 2015 è un anno di svolta. Facoltà come Giurisprudenza, Ingegneria o Scienze della Formazione, infatti, sono passate al numero chiuso, dal quale, invece, restano esenti Lettere, Filosofia, Fisica e Matematica. Atenei come il Politecnico di Milano, l’Università di Catanzaro e la Iuav di Venezia, per contro, prevedono la totalità degli accessi a numero chiuso. A Trento l’80% dei corsi prevede l’ammissione previo test d’ingresso, mentre la Statale di Milano prevede il numero chiuso per il 50% dei corsi di laurea. Segue la Bicocca con il 60%. Porte aperte, invece, per l’Orientale di Napoli, Genova e Ancona.

Foto: adnkronos.com

Stefano Gallone

@SteGallone

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews