Roma, protesta shock nel Cie: quattro immigrati si cuciono la bocca

cie roma immigrati

I quattro immigrati sono stati soccorsi dai medici (fortresseurope.blogspot.com)

Roma – Alcuni immigrati ospitati presso il Centro di accoglienza di Ponte Galeria si sono cuciti la bocca in segno di protesta. Un’iniziativa shock messa in atto da quattro magrebini, e che è destinata a fare discutere anche nei prossimi giorni.

LA PROTESTA – Con un gesto forte e piuttosto estremo, i quattro immigrati hanno voluto esprimere il proprio dissenso nei confronti della loro permanenza proprio presso la struttura. Una decisione determinata dalla disperazione, forse anche dettata da condizioni di vita precarie e da un futuro incerto. I quattro uomini coinvolti sono tutti giovanissimi, due di loro sarebbero appena ventenni. Uno degli uomini, il primo a cucirsi la bocca, avrebbe dovuto abbandonare il centro il prossimo lunedì: ad attenderlo un ritorno in patria, che forse l’uomo voleva con tutta probabilità evitare.

SOCCORSI – Gli operatori del Cie hanno soccorso immediatamente i quattro uomini. Le loro bocche erano cucite solo lateralmente: per compiere il gesto, gli immigrati hanno utilizzato parti di un accendino e il filo delle loro coperte. Le autorità intanto hanno disposto alcuni accertamenti sul posto, anche per evitare che la protesta possa coinvolgere anche altre persone e salga la tensione.

L’accaduto scatenerà senza dubbio nuove proteste per le condizioni in cui sono costretti a vivere gli immigrati ospitati nei centri di prima accoglienza. Nei giorni scorsi a finire nella bufera era stata la struttura di Lampedusa: il video in cui gli ospiti erano sottoposti a trattamenti antiscabbia, all’aperto e sotto gli sguardi di tutti hanno fatto il giro del mondo. Una struttura al collasso, ma in cui in nessun modo si può ledere la dignità delle persone. A diffondere il famoso video è stato il Tg2, mentre le immagini sono state girate proprio da una persona qui ospitata. Dure critiche sono state mosse anche dall’Europa, pronta a revocare gli aiuti all’Italia.

Angela Piras

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews