Roma. Muore neonato per probabile scambio di flebo in ospedale

L'ospedale San Giovanni Addolorata (repubblica.it)

ROMA – Tragedia nel reparto neontale dell’ospedale San Giovanni Addolorata di Roma dove il piccolo Marcus, nato prematuro a fine giugno e per questo trasferito da Ostia nella capitale, è morto a seguito del probabile scambio di flaconi destinati alle flebo: al posto della soluzione fisiologica nelle sue vene è stato iniettato del latte.  Già avviata l’indagine da parte della procura, con diversi avvisi di garanzia inviati a 6-7 membri del personale (tra medici e infermieri); il reato imputato è di di omicidio colposo.

Renato Balduzzi, ministro della Salute, ha predisposto in mattinata l’invio di alcuni ispettori per raccogliere tutte le informazioni sul caso compresi i motivi del ritardo nella denuncia dell’accaduto da parte del personale (il decesso risale al 29 giugno). E’ stata sottoposta a sequestro la cartella sanitaria del neonato ed ora si lavora per capire se ciò che è successo sia davvero, come è emerso dai primi dati, un errore materiale.

Il bimbo è nato ‘settimino’ a fine giugno al Grassi di Ostia, ma a causa del troppo affollamento del reparto di Neonatologia è stato spostato a Roma, al San Giovanni, dove – per un presunto e probabile errore – gli è stata somministrata la flebo letale. Il caso è emerso però con lentezza e ritardi: il corpo stava già per essere cremato quando il pm ha prima fermato le operazioni – dopo un’informativa del Nas dei carabinieri – e poi disposto l’autopsia.  Il procuratore aggiunto Leonardo Frisani sta al momento coordinando le indagini.

kids468x60

Intanto al San Giovanni si ‘difendono’. Il direttore generale, Gian Luigi Bracciale, ha precisato che i vertici, appena informati dell’accaduto, hanno immediatamente disposto la denuncia all’autorità giudiziaria e l’avvio di un’indagine interna, il tutto tra il 2 e il 19 luglio, dopo la morte del bimbo avenuta il 29 giugno.  Sul caso è intervenuta anche la governatrice Polverini: «L’ospedale e il direttore sanitario, su indicazione del direttore generale, ha sportonno denuncia alla Procura perché la vicenda risultava anomala e allo stesso tempo hanno avviato un’indagine interna. Anche la Regione aveva seguito con attenzione il caso, richiesto una relazione scritta e tutto ciò che è necessario dal punto di vista organizzativo per rimuovere tutti coloro che risultano coinvolti in questa bruttissima storia». Sul comportamernto del direttore generale del San Giovanni Addolorata, Gian Luigi Bracciale, ha aggiunto: «Ha agito con tempestività, fermezza e rigore, facendo tutto ciò che era necessario appena venuto a conoscenza del caso e appena ha ravvisato che a suo modo di vedere c’era qualcosa di anomalo. Si è comportato con pieno rispetto del suo ruolo».

Immediate le reazioni del presidente del Codacons, Carlo Rienzi: «I responsabili di tale morte devono essere individuati e puniti ma il problema è a nostro avviso più generale, e riguarda le condizioni di lavoro di medici e personale ospedaliero. Con i tagli alla sanità annunciati dal governo, infatti, il rischio è quello di un sovraccarico di lavoro per i dipendenti degli ospedali pubblici, con conseguente incremento dei casi di malasanità, anche tragici come quello del San Giovanni. Invitiamo le autorità nazionali e quelle del Lazio ad eseguire i tagli laddove si annidano gli sprechi, come ad esempio nel settore dei vaccini pediatrici, dove ogni anno si gettano al vento quasi 120 milioni di euro per vaccini inutili se non addirittura pericolosi».

«Voglio la verità, andrò fino in fondo. Sono pronta per una battaglia legale»: queste le parole di Jacqueline De Vega, la mamma del piccolo deceduto.

Laura Dabbene

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews