Roma: impazza la nuova moda dell’asta-prolunga per scattare selfie

Con 15 euro, nel centro di Roma, ci si può portare a casa un'asta-prolunga e un telecomando bluetooth per scattare selfie a maggiore profondità di campo

Fontana Trevi: impazza vednita prolunga selfieRoma – Succede nel centro di Roma, precisamente nelle stradine che si snodano intorno alla Fontana di Trevi: è scattata la moda dell’asta-prolunga per scattare i selfie, venduta dagli ambulanti abusivi.

LA NUOVA ERA DEL SELFIE – Passeggiando per le vie intorno a Fontana di Trevi, che in questo periodo è in fase di restauro, il nuovo oggetto trendy che impazza tra i turisti e non solo, è un’asta estensibile alla quale attaccare all’estremità il proprio smartphone per scattare selfie a maggiore profondità di campo attraverso un telecomando bluetooth. Tutto l’occorrente per la nuova selfie-mania – asta-prolunga e telecomando bluetooth – costa solo 15 euro (senza scontrino).

LO CHIAMANO SELFIE MA E’IL VECCHIO AUTOSCATTO – L’era 2.0 impone a tutti di essere social, se non si ha almeno un account Facebook, Twitter, Skype non si è nessuno. Per le foto, poi, non può mancare Instagram, ma se sei davvero uno che se ne intende, sai che Tumblr è essenziale. Postare, condividere, commentare sono gli imperativi categorici senza i quali oggi è impossibile vivere. Ma la mania dei selfie?

Tutto nasce nel 2003, quando compare MySpace, primo rudimento di social network poi soppiantato da Facebook, che offre ai propri utenti una rete sociale, con blog, community, profili personali, musica e video. All’atto dell’iscrizione, bisognava inserire una foto di se stessi: un selfie.

Ma se si va ancora un po’ indietro, all’era della macchina fotografica digitale, di sicuro non si farà fatica a ricordare che “l’autoscatto” era appannaggio dei cosiddetti “bimbiminchia”, denominati così proprio grazie alle foto che facevano di se stessi in pose improbabili, con ammiccamenti e labbra protese. E gli autoritratti dei grandi pittori del passato si possono considerare selfie?

Di sicuro, dall’avvento dell’iPhone e simili, le aziende fanno a gara nell’inserire, all’interno dei propri dispositivi, funzioni che permettano autoscatti professionali: la selfie-mania è diventata più di una moda, è un’ossessione, tanto che l’American Psychological Association ha dichiarato l’ossessione per il selfie una vera e propria patologia, definita “Selfietis”.

Mariangela Campo

@MariCampo81

Foto: www.ansa.it

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews