Roma: figlio disabile chiuso in garage per poter andare al bar

Roma: l'area di Vitinia

ROMA – Nel quartiere di Vitinia, alla periferia sud occidentale della capitale, si è consumata l’ennesima violenza ai danni di chi non può difendersi. Per riuscire ad andare a trascorrere la serata in un bar, un padre ha deciso di segregare nel garage di casa il figlio di 23 anni, affetto da gravi disturbi psichici.

E’ successo ieri sera, mentre gran parte della città festaggiava i santi Pietro e Paolo, patroni di Roma. Il giovane è stato trovato nella rimessa per le auto, adattata sì ad abitazione ma in evidente stato di degrado: sono stati i vicini ad avvisare il 112 dopo aver sentito dei rumori provenire dal garage dove il ragazzo imprigionato aveva iniziato ad agitarsi e distruggere alcuni degli arredi.

Il carabinieri lo hanno trovato in preda al panico, in uno stato di totale abbandono, con la sola compagnia degli escrementi di un cane in un ambiente decisamente insalubre, vittima impotente di un genitore che al suo benessere ha preferito il proprio interesse, una serata di libertà, magari una bevuta con gli amici.

Il padre, da tempo separato dalla moglie, è stato quindi subito arrestato dagli agenti dell’Aliquota radiomobile di Ostia con la plurima  accusa di abbandono di incapace, sequestro di persona e maltrattamenti in famiglia, mentre il giovane disabile è stato affidato alla madre

Redazione

foto googlemaps; ilgiornale.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews