Roma: fiamme all’ospedale Umberto I

Roma – Probabilmente è un corto circuito la causa dell’incendio divampato proprio oggi pomeriggio al Policlinico Umberto I di Roma. Il fumo ha avvolto seminterrati ed alcuni reparti da subito evacuati.

I pazienti sono stati trasferiti prontamente, diverse persone si sono riversate al sicuro in strada. Altri pazienti si sono rifugiati all’esterno della struttura, con sedie a rotelle e stampelle.

I vigili del fuoco intervenuti sul posto rassicurano e affermano che la situazione attualmente sarebbe sotto controllo. Probabilmente ad andare in corto circuito è stato il gruppo elettrogeno dell’ospedale, posizionato accanto al pronto soccorso. Altre fonti riferiscono di uno scoppio di una bombola d’ossigeno. Al momento non risultano feriti né tra i pazienti né tra il personale della struttura ospedaliera. Tuttavia a scopo precauzionale sono stati evacuati 16 pazienti del reparto di neurochirurgia. Vissuti iniziali momenti di panico solo per il grande fumo.

Tragedia sfiorata. Da tempo mezzi i mezzi di comunicazione e i pazienti denunciano il cattivo stato dell’ospedale. In particolare a finire più volte sotto accusa sono stati i sotterranei ove si trovano cavi e tubi che trasportano spesso sostanze altamente infiammabili impiegate per le cure come l’ossigeno. Un episodio simile si registrò qualche anno fa, nel 2007 quando i sotterranei vennero pervasi dal fumo proveniente dal gruppo elettrogeno che alimentava le camere operatorie.

Angela Piras

Foto: ansa.it; roma.notizie.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews