Roma: cani sventano violenza sessuale nel parco

Roma: i due cani di una cinquantenne italiana fanno scappare a gambe levate un giovane etiope che ha provato a violentare la padrona nel parco di sera

Padrona e cane al parco (www.ilblog.codealvento.it)

Padrona e cane al parco (www.ilblog.codealvento.it)

ROMA – Non passa giorno senza che si senta parlare di violenze sessuali perpetrate sulle donne. Ma qualcuna finisce bene. Come questo tentato stupro sventato grazie ai cani della donna aggredita. Succede nel Rione Monti a Roma, all’interno del Parco Colle Oppio: una donna che aveva portato fuori i suoi cani è stata aggredita da un giovane senzatetto. I cani, alle urla di paura della padrona, si sono lanciati contro l’uomo inducendolo a scappare.

LA VIOLENZA SESSUALE SVENTATA – Secondo il racconto dei carabinieri della Questura di Roma, dove la donna si è recata dopo l’accaduto per raccontare il fatto e permettere alle Forze dell’Ordine di catturare il malvivente, la donna – una cinquantenne italiana -, passeggiava nel parco con i sue due cani al guinzaglio in orario serale. Quando il giovane – un etiope di ventisei anni senza fissa dimora -  si è avvicinato e ha cominciato a palparla, la donna ha cominciato a chiedere aiuto ma intorno a loro non c’era nessuno, considerata anche l’ora.

Il giovane uomo ha così provato a consumare una violenza sessuale, afferrando con violenza per le spalle la donna e cercando di buttarla a terra. La donna però ha prontamente liberato i cani dal guinzaglio, i quali non hanno fatto niente finché la padrona non si è messa a urlare, aizzando i due animali contro l’uomo. I cani si sono lanciati sul giovane etiope, abbaiando e ringhiando: evidentemente sono riusciti nell’intento di spaventarlo, perché l’uomo è subito fuggito non riuscendo a perpetrare alcuna violenza sessuale sulla donna. Questa, dopo aver recuperato i cani, si è immediatamente recata in Questura dove, grazie alla sua dettagliata descrizione, i carabinieri sono riusciti a identificare l’uomo ma non a catturarlo con l’accusa di tentata violenza sessuale perché al momento risulta irreperibile.

Come già detto, non passa giorno senza che si senta parlare di violenza sessuale ai danni di donne in pieno centro città. Ma perché mettere carabinieri e polizia nei parchi e nelle strade di sera? Possibile che le donne non possano uscire da sole in città dopo una certa ora?

Mariangela Campo

@MariCampo81

 

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews