Come ritrovare la carica per ripartire dopo le vacanze

Vacanze finite, comincia un nuovo anno lavorativo. Ecco come riprendere il via prestando attenzione al benessere del proprio corpo

wekker (bespaarenergie.com)

Si riparte dopo le vacanze: e se serve la carica? (bespaarenergie.com)

Casa dolce casa. E’ quello che avrete pensato posando le valigie appena varcato l’ingresso, al rientro dalle vacanze. Ma nello stesso esatto istante, con espressione mogia e voce abbattuta, avrete anche sussurrato: «Si ricomincia!». Eh già, rieccoci, al punto di partenza di un nuovo anno lavorativo, scolastico, accademico, insomma, nuovamente immersi nella routine, nell’inarrestabile rintocco della normalità. Gli impegni incombono, le attività ci risucchiano e lo stress non ci lascia tregua. Ansia, insonnia, malori cronici, apatia, stanchezza e affaticamento, tanto che ci si chiede: «Ma non si è andati in vacanza, forse, per potersi rilassare?» Ed è proprio per far si che il meritato riposo vacanziero non venga bruscamente interrotto dal gong d’inizio “tran tran”, che sveliamo alcuni espedienti decisamente confortanti. Vediamo insieme come partire con il piede giusto!

THREE, TWO, ONE, GO! – Dimentichiamo le mattinate frenetiche, alla disperata rincorsa dell’ultimo secondo. Impostiamo la sveglia poco prima del solito, il tempo necessario per concederci un risveglio rilassante (forse sarebbe meglio dire “meno traumatico”). E’ importante assecondare i ritmi di ripresa del proprio corpo, magari concedendosi prima una doccia distensiva, poi, una colazione nutriente ed energetica. A questo punto, solitamente, ci chiuderebbe dietro la porta di casa, e presi quasi dall’ansia, si inizierebbe a muoversi frettolosamente per raggiungere in tempo il posto di lavoro. Alt. Per evitare di partire già tesi e affaticati, si consiglia di accompagnare il tragitto con una playlist musicale anti-stress, una colonna sonora accuratamente selezionata, che a seconda dei propri gusti, sia capace di accendere l’entusiasmo e stimolare l’operosità.

carica

Ginsensg: aiuta a ripartire

LOADING… – Ma, ahinoi, dopo interminabili ore di lavoro o studio, la fatica inizia inevitabilmente a percepirsi. Ci si sorprenderà piacevolmente nello scoprire che, anche in ufficio, pur stando seduti dietro una scrivania, è possibile ritagliarsi brevi istanti di relax. Lo yoga, a questo proposito, suggerisce numerosi esercizi di stretching che, oltre a sciogliere le contratture articolari e a rilassare i muscoli, rigenerano altresì le energie della psiche. Per recuperare carica, vitalità e concentrazione esistono in commercio numerose bevande energetiche, ma se si desidera una garanzia di naturalità ed efficacia, allora ci si deve affidare senz’altro al ginseng. Si tratta della pianta più diffusa nella medicina tradizionale orientale, la quale possiede notevoli virtù benefiche ampiamente riconosciute anche in Italia. Il ginseng agisce sul sistema nervoso centrale potenziando la resistenza fisica e la lucidità mentale, sollecitando l’attenzione e migliorando quindi l’apprendimento. È, a tutti gli effetti, l’alleato ideale se si vuol dare il meglio di sé.

DAY OVER – E per concludere, al rientro tra le proprie mura domestiche, dopo un’intensa ed estenuante giornata di fatica, non c’è nulla di meglio di un bel bagno caldo, corredato di olio essenziale alla lavanda e sali aromatici, una vera coccola dei sensi. Mentre si è comodamente immersi in acqua, si potrà, per altro, alleviare l’affaticamento degli occhi mediante degli impacchi alla camomilla; adagiate dei dischetti imbevuti sulle palpebre e godetevi l’invitante profumo di quiete. La camomilla, per giunta, è un ottimo rimedio contro l‘insonnia, altra spiacevole conseguenza dell’ansia e delle preoccupazioni quotidiane. Oltre all’assunzione di tisane ed infusi a base di erbe, per contrastare i disturbi del sonno, si suggerisce di bere, prima di andare a letto, una tazza di latte caldo o ancora di succo di ciliegia; sia il latte che le ciliegie, infatti, sono responsabili dell’accentuata produzione di melatonina, l’ormone che regola il ciclo sonno-veglia. Ricordiamo che un corretto ed appagante riposo notturno costituisce la prima vera fonte di energia utile a qualunque tipo di attività diurna.

Con il ritmo giusto, la vostra riserva di energia non andrà mai in rosso, è garantito!

Antonietta Mente
@AntoMente

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews