Risultati amministrative: la sinistra vince e la destra va al ballottaggio

Letizia Moratti, sindaco uscente di Milano

Roma – Brutta bastonata elettorale per la coalizione di centrodestra a Milano. Dopo il primo turno delle comunali che vede in vantaggio Giuliano Pisapia (48%) e sconcertata la rivale uscente, Letizia Moratti (41,6%), ora si va al ballottaggio.

Ieri, quasi 13 milioni di elettori sono stati chiamati alle urne per eleggere le nuove giunte locali ma i riflettori erano accessi soprattutto su quattro Comuni capoluogo: Torino, Milano, Bologna, Napoli.

Risultati – Torino con Piero Fassino e Bologna con Virginio Merola vanno al centrosinistra al primo turno. Napoli al ballottaggio con il candidato del Pdl, Giovanni Lettieri contro l’outsider di Idv-Fds, Luigi De Magistris. A Milano, invece, la partita è ancora aperta ma Pisapia ora è davvero convinto che la fiducia dei milanesi ”aumenterà e porterà il consenso a oltre quel 51% che serve per cambiare Milano”.
Per il sindaco uscente Letizia Moratti, invece, “questo voto è sicuramente un segnale forte che dobbiamo saper cogliere” e si dovra’ fare una ”riflessione profonda sulle cause”. Moratti ha aggiunto che si ”deve ripartire con una fase nuova della politica di centrodestra in grado di aggregare le forze che non si sono sentite evidentemente rappresentate”. Il presidente della Regione Lombardia, Formigoni ha sintetizzato l’incredibile risultato di ieri affermando che l’unico dato certo e’ il ballottaggio.
Scenari –  Il cedimento del centrodestra nei grandi centri del Nord, dunque, è palese soprattutto se confrontato con il successo della sinistra radicale rappresentata da Pisapia a Milano e De Magistris a Napoli. Inoltre, in queste due citta’ l’ultima parola spetterà al Terzo Polo che dovrà decidere chi appoggiare. Fassino, nel Comune di Torino, stravince con il 56,66% mentre Merola, a Bologna, eccelle di misura con il 50,5%.
Al ballottaggio anche Trieste e Cagliari, al contrario di Catanzaro dove il candidato di destra, Michele Traversa, passa il turno con il 62% di consensi.

kids468x60

Altri risultati – Dei 16 capoluoghi di provincia già scrutinati (sul totale di 23), 7 vanno al centrosinistra (Savona, Ravenna, Arezzo, Siena, Fermo, Benevento, Villacidro), 1 al centrodestra (Caserta), mentre in 8 saranno decisi al secondo turno (Novara, Varese, Pordenone, Rovigo, Rimini, Grosseto, Crotone, Iglesias. Qui corre il candidato di centrosinistra, Perseu al 49,9%). Nelle altre città il risultato provvisorio vede la sinistra prevalere a Salerno, Barletta, Carbonia e Olbia, la destra a Latina e Reggio Calabria. Cosenza, invece, va al ballottaggio. Ancora, in provincia: in 3 casi (Gorizia, Ravenna e Lucca) il presidente e’ di centrosinistra, a Treviso la Lega e a Campobasso il centrodestra. Anche Vercelli, Mantova, Pavia, Trieste, Macerata e Reggio Calabria sono al secondo turno. Il 29 maggio prossimo si torna alle urne.

 

Chantal Cresta

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews