RIOT, il videogioco che simula la guerriglia urbana come a Milano

Atteso per l'estate RIOT, il videogioco che simula le rivolte urbane, proprio come il corteo NoExpo dei black block a Milano il 1° maggio

La polizia in tenuta antisommossa (www.indiegogo.com)

La polizia in tenuta antisommossa (www.indiegogo.com)

Auto incendiate, vetrine spaccate, cartelli stradali divelti, muri imbrattati, bombe carta lanciate dentro i negozi: è quello che abbiamo visto a Milano nel pomeriggio del 1 maggio, durante il corteo NoExpo, trasformatosi in una vera e propria guerriglia urbana a causa dei black block. Questi stessi scenari verranno riproposti entro l’estate con un videogioco, Riot, un simulatore di disordini e guerriglie urbane, che offrirà la possibilità al giocatore di prendere le parti del black block, del manifestante pacifico o della polizia.

UN GIORNO DA BLACK BLOCK – Con Riot si potranno mettere in scena i propri istinti rivoluzionari senza correre rischi: al contrario di quanto successo a Milano – dove alla polizia è stato intimato “dall’alto” di non caricare i facinorosi, che intanto devastavano alcune vie del centro della città – nel videogioco si potrà scegliere se stare dalla parte della legalità, quindi vestendo i panni di un poliziotto o un carabiniere, e caricare i rivoltosi a colpi di manganellate, o vestire i panni del rivoltoso e spaccare tutto quello che capita.

Riot sarà disponibile sia per i dispositivi Ios che per quelli Android e, tra gli scenari disponibili, si potranno utilizzare quello dei NoTav nei cantieri della Val di Susa, le piazze della capitale greca, quelle della cosiddetta “Primavera Araba” e alcune piazze spagnole.

Black block in azione (www.indiegogo.com)

Black block in azione (www.indiegogo.com)

IL SUCCESSO DI RIOT – Gli esperti del settore già sanno che il videogioco Riot sarà un successo: nel 2013 gli ideatori hanno lanciato una campagna di crowdfunding sulla piattaforma Indiegogo chiedendo un aiuto di quindicimila euro per portare a termine la realizzazione del videogame. Ne hanno ricevuti più di cinquantamila. A ideare il videogioco è stato il programmatore italiano Leonard Menchiari, che presentando il progetto durante la Game Developers Conference ha detto:

Con l’avanzare della crisi economica, il malcontento di un’intera popolazione non può fare a meno di trovare sfogo in Riot, dove in un colpo solo vengono ascoltate tante voci: “Che cos’ è che fa scattare un conflitto sociale? Che cosa sente un poliziotto durante queste proteste?”. L’obiettivo di Riot è portare il giocatore a sperimentare entrambi i lati di una lotta in cui non esiste né la vittoria né la sconfitta.

Mariangela Campo

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews