Renzi, prima nega aumento tasse su Twitter poi saluta Bruxelles

Nella conferenza stampa conclusiva del Consiglio europeo, Matteo Renzi parla di una ripresa lenta ma avviata e dell’importanza della qualità nel suo governo

renzi

Il tweet di Matteo Renzi

In diretta da Bruxelles arrivano le ultime dichiarazioni del primo ministro italiano Matteo Renzi dopo un tweet di risposta in mattinata nel quale ha affermato che non aumenterà le tasse. E che lotterà contro l’evasione fiscale anche attraverso innovazione digitale e incrocio dei dati. Le dichiarazioni di Renzi giungono dalla conferenza stampa conclusiva del Consiglio europeo, terminata pochi minuti fa.

IN LINEA CON I GOVERNI PRECEDENTI – Il premier ha sottolineato la continuità per quanto riguarda la posizione dell’Italia in Europa: «E’ stato il mio primo vertice ufficiale del Consiglio europeo, ma la posizione dell’Italia non è cambiata. Siamo in linea di assoluta continuità con i governi che ci hanno preceduto».

LA PRIMA VOLTA NON SI SCORDA MAI – Una prima volta in Europa per Matteo Renzi al Consiglio europeo, che ha dichiarato: «Per me è stato il primo Consiglio europeo, e come sempre in questi casi è stata un’occasione per approfondire, imparare, conoscere».

LA RIPRESA IN ATTO – Per Renzi attualmente c’è «una ripresa modesta, timida, ma che comunque è in atto, e questo vale per l’Europa ma anche per l’Italia. Per ripartire serve la fiducia, che è una condizione dello sviluppo economico».

L’IMPORTANZA DELLA QUALITA’ – Sulla qualità ha affermato: «C’è un problema di qualità che, quando si fa una nomina, un governo deve avere. Credo che il governo farà uno sforzo molto forte per cercare di portare nel dibattito europeo, a tutti i livelli, le persone che siano fortemente europeiste e appassionate del ruolo dell’Italia in Europa».

ORGOGLIOSAMENTE ITALIANI – Renzi ha poi voluto ribadire l’importanza di una scelta di un governo formato da pochi ministri, dei quali la metà donne: «Abbiamo ridotto i posti e i costi della politica partendo da noi, dal governo, si pensi al numero dei ministri e alla percentuale di ministri donne. Siamo orgogliosamente italiani e il mio dovere è verso gli italiani in primo luogo e poi verso l’Europa».

Gian Piero Bruno

@GianFou

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews