‘Renzi l’ebolino’: Grillo trasforma il premier nel virus dell’ebola

Il nuovo fotomontaggio sul blog di di Beppe Grillo chiama in causa il virus dell'ebola. E Renzi è l'ebolino: 'Non sembra spaventoso, poi è mortale'

ebolino-renzi-beppe-grillo-virus-ebola

Il fotomontaggio apparso sul blog di Beppe Grillo

La politica al tempo del web è anche questo. O forse è solo web, e di politica ne è rimasta ben poca. Stavolta Beppe Grillo ha ritenuto necessario chiamare in causa addirittura il virus dell’ebola per un nuovo fotomontaggio ai danni del presidente del consiglio Matteo Renzi. Che sarà felice di essere stato promosso da innocuo ebetino a mortale “ebolino”. Proprio così: un simpatico virus dalla forma accattivante – poco importa se l’ebola ha mietuto più di mille vittime in poche settimane – al cui volto è stato, ovviamente, sostituito quello di Renzi.

I PUPAZZI DEI VIRUS (CON LINK AL SITO) - Il post che segue il fotomontaggio, non firmato e quindi come da tradizione ascrivibile allo stesso Beppe Grillo, cerca di rendere un ritratto caricaturale dell’ebolino Matteo Renzi, paragonandone l’operato politico ai sintomi spesso mortali dell’ebola, definita “l’hit dell’estate 2014″. Il pretesto di partenza è la vendita in alcuni negozi di giocattoli di peluche che riproducono i virus umani (con tanto di link alla pagina di vendita online dei pupazzi). Un’iniziativa commerciale discutibile già di per sé, peggiorata dal fatto che tra i prodotti ci siano pupazzi carini e coccolosi che raffigurano microbi di malattie mortali: tifo, mucca pazza, toxoplasmosi, antrace, HIV, peste nera, cancrena e, ovviamente, ebola. Al pupazzo del virus dell’ebola è stata sostituita la testa con quella di Matteo Renzi, soprannominato “ebolino per ragioni di continuità con l’originale ebetino”

Questo il testo del post sul blog:

Da qualche tempo nei migliori negozi di giocattoli si vendono pupazzi e peluche che richiamano l’aspetto di virus e di microbi. Non poteva mancare dopo la varicella e l’alitosi, l’Ebola, l’hit dell’estate 2014. Il pupazzetto che richiama in modo impressionante, ma niente affatto casuale, Renzie si può trovare anche nelle sedi del Pd, di Forza Italia e in tutte le feste dell’Unità in offerta sconto per salvare il glorioso e omonimo giornale vissuto per anni alle spalle dei finanziamenti pubblici. Il simpatico fantoccio della BCE è stato ribattezzato “ebolino” per ragioni di contiguità con l’originale ebetino. Un perfetto articolo da regalare prima di dicembre a tutti i risparmiatori che si vedranno prelevare i soldi dai conti correnti stile emorragia interna e ai fortunati possessori di qualcosa che dovranno subire una patrimoniale. L’ebolino non sembra spaventoso, assomiglia alla la malaria all’inizio, i sintomi sono simili: febbre alta e diarrea. Poi, però il decorso è rapido, doloroso e mortale con emoraggie interne ed esterne.L’ebetino è difficile da prendere sul serio, è questa la sua forza, poi però si trasforma in ebolino. Nei migliori negozi della sinistra, ma anche ad Arcore in confezione Premium. La Boschi lo usa come portafortuna e lo tiene in borsetta. “Prenota il tuo ebolino”, non potrai più farne a meno. Dove lo trovi un pupazzo che spara così tante cazzate mentre distrugge l’economia di una nazione? “Adotta anche tu l’ebolino” prima che chiudano le frontiere e si sparga il contagio in tutta Europa.

RENZI COME L’EBOLA E LE “EMORRAGGIE” - E così l’ebola diventa l’hit dell’estate 2014, come se fosse la What is love di Haddaway nel ’93 o la Asereje delle Las Ketchup nel 2002. Peccato che non sia un tormentone da cantare a squarciagola o ballare in compagnia, ma un virus particolarmente aggressivo per l’uomo, il cui tasso di mortalità varia dal 50% all’89% a seconda del ceppo virale. Ma Grillo, alla sua maniera, non se ne cale più di tanto e ammonisce: «L’ebolino non sembra spaventoso, assomiglia alla la malaria all’inizio, i sintomi sono simili: febbre alta e diarrea. Poi, però il decorso è rapido, doloroso e mortale con emoraggie (con 2 g, ndr) interne ed esterne». La conclusione è il colpo di grazia, se ancora non fosse stata sufficiente l’allusione precedente ai recenti fatti di cronaca: «“Adotta anche tu l’ebolino” prima che chiudano le frontiere e si sparga il contagio in tutta Europa».

grillo-renzi-ebetino-ebolino

Grillo contro Renzi, la sfida infinita (forex.info)

L’importante è riderci su e fare parodia dell’avversario politico. Anche se lo si fa tirando in ballo una tragedia sanitaria che sta coinvolgendo potenzialmente un milione di persone. Anche se l’Oms ha dichiarato lo stato di emergenza sanitaria e ha annunciato che ogni città con un aeroporto internazionale è potenzialmente a rischio. Ridicolizzare l’avversario dandogli le sembianze di un vermone mortale viene prima di tutto il resto. Che questa poi sia politica, è un altro paio di maniche. Poco importa se il rischio è “un’emorraggia” di voti.

Francesco Guarino
@fraguarino

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews