Registro scolastico: dubbi sulla sicurezza della versione digitale

Hackers - thetibcoblog.com

Impossessarsi del registro scolastico e modificare voti e assenze: il sogno proibito di ogni studente (thetibcoblog.com)

Roma – La scuola italiana strizza sempre più l’occhio alla tecnologia, tuttavia l’informatizzazione del settore sta avvenendo non senza qualche intoppo. È il caso per esempio del registro scolastico digitale, uno strumento che almeno nelle intenzioni dovrebbe permettere agli insegnanti una gestione più semplice e agevole delle proprie attività didattiche. E così sarebbe a tutti gli effetti, se il software non presentasse però dei problemi di sicurezza: sarebbe infatti violabile con estrema facilità dagli stessi studenti.

A sollevare la problematica all’attenzione dell’opinione pubblica è stato il «Corriere Della Sera». Alcuni mesi fa il registro digitale era stato presentato dal Governo Monti, che lo ha fortemente voluto, quale valida alternativa alla classica versione cartacea, e quindi come un mezzo molto utile per tenere aggiornati i voti degli studenti, le loro assenze e altre informazioni connesse all’insegnamento.

Già da quest’anno scolastico quindi, oltre mille istituti hanno acquistato il relativo software SissiWeb sviluppato dalla Axios Italia, che lo ha messo in vendita con una licenza annuale, al costo di trecento euro.

Il marito di una docente delle scuole medie, incuriosito dalla novità, ne ha fatto emergere alcune falle. Accedendo al sistema SissiWeb gli insegnanti non utilizzerebbero un sistema sicuro, in quanto le loro credenziali personali sarebbero facilmente visibili ad altri utenti. Privo di qualsiasi sistema di criptaggio, il registro digitale potrebbe essere violato con l’ausilio di un altro programma di supporto, da qualunque malintenzionato che utilizzasse la stessa connessione wifi. Gli studenti infatti vi potrebbero accedere in maniera molto semplice, e cogliere l’occasione per correggere i voti negativi conquistati nelle verifiche, o cancellare qualche assenza di troppo. Insomma il sogno di ogni studente non proprio modello.

Di fronte ai tali dubbi però, la società produttrice è già corsa ai ripari, difendendo il proprio software e assicurando la sua inviolabilità.

Angela Piras

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews