Reggia di Caserta, il degrado infinito: Scorsese vuole la location, non risponde nessuno

La Reggia di Caserta avrebbe potuto ospitare alcune scene del nuovo film di Martin Scorsese. Ma nessuno ha recepito le richieste della produzione...

reggia-di-caserta-degrado-scorsese-film

La Reggia di Caserta (Wikipedia)

Spulciando su TripAdvisor tra i commenti più recenti dei visitatori della Reggia di Caserta, un aggettivo è quello più ricorrente: trascurata. Una bellezza unica, giardini immensi e ipnotici, proclamata Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO nel 1997. E lasciata a se stessa. All’incuria, ai graffitari, ai venditori ambulanti, ai tuffi nella cascata dei giardini (sì, pure quelli). Se poi qualcuno vuole accendere la luce sullo splendore e non sul degrado, e quel qualcuno si chiama Martin Scorsese, succede che interrogato il morto, non rispose.

SCORSESE CHIAMA, NESSUNO SA CHE FARE - Proprio così: la produzione del prossimo film di Scorsese, The manipulator, ha contattato gli uffici della Reggia di Caserta per ottenere i permessi a girare nella location vanvitelliana. Non solo. Come riportato dal Corriere del Mezzogiorno, «Sono stati contattati tutti gli uffici preposti, dal Comune di Caserta al Ministero per i beni culturali di Roma, ma siamo stati rimandati di ufficio in ufficio senza giungere ad alcuna conclusione. Non c’è stata nessuna possibilità di contatto con le amministrazioni locali per poter avviare una trattativa». La Reggia di Caserta, la cui imponenza simile a Versailles aveva affascinato Scorsese, era la prima scelta del regista statunitense di origini italiane. Ma l’impossibilità di avere un contatto diretto e rapido con le amministrazioni ha fatto propendere per la prima alternativa possibile, la Reggia di Venaria a Torino. Che non ci ha messo molto ad accaparrarsi la cinepresa di Scorsese.

Il film del regista americano, un premio Oscar nel 2007 per The Departed e 4 Golden Globe di cui uno alla carriera, americano s’ispira alla vita del businessman italiano Alessandro Proto. Alcuni scorci esterni ed interni della Reggia di Caserta erano stati individuati come ideali per essere adibiti a set. Ma il rimbalzo amministrativo tra un ufficio e l’altro, e l’inadeguatezza nel rispondere tempestivamente ad una richiesta di così grande importanza, ha fatto desistere la produzione. L’ennesima vergogna per la Reggia di Caserta, che solo nel luglio 2014 (quindi in piena stagione turistica) ha visto partire le fasi preliminari dei lavori di restauro alla facciata, colpita tra settembre e ottobre 2012 da due crolli dei cornicioni, imputabili alla scarsa manutenzione. Da allora facciata principale e laterali sono transennate.

reggia-di-caserta-scorsese-transenne

Le transenne davanti alla facciata della reggia di Caserta (ilmattino.it)

IL SINDACO SMENTISCE TUTTO - Profondissimo l’imbarazzo nel capoluogo di provincia campano. Come da copione, puntuale è arrivata la smentita del sindaco di Caserta, Pio Del Gaudio: «Con dispiacere – scrive sulla sua pagina Facebook il sindaco, in risposta al direttore del Corriere del Mezzogiorno –  senza essere stato raggiunto per verificare la fondatezza della notizia, leggo a pagina 11 dell’edizione odierna del giornale da Lei diretto che il Comune di Caserta sarebbe invano stato contattato dalla produzione del prossimo film di Martin Scorsese interessata a girare nella Reggia di Caserta. Ho verificato in proposito che gli Uffici di mia diretta responsabilità non hanno mai ricevuto una tale richiesta o qualsivoglia comunicazione in merito, tradizionalmente accompagnata anche da un contatto telefonico informale per rappresentare alle amministrazioni le esigenze logistiche e organizzative che un caso del genere evidenzia. Il mio dispiacere, anche nella circostanza di una pubblicazione che così enfaticamente segnala “l’occasione persa” dalla Reggia di Caserta, è ancora più grande se solo si considera l’impegno che, come Le è noto, questa Amministrazione ha espresso ed esprime per la valorizzazione e la promozione della Reggia di Caserta. Sarebbe stata questa l’occasione in cui, come in altre circostanze, avremmo potuto mettere a disposizione di un così rinomato regista anche il Reale Belvedere di San Leucio e la location di Casertavecchia».

IL PERSONALE? MASSACRATO DAI VISITATORI - Quindi sul piatto della bilancia bisogna mettere due valori. Da un lato la possibilità che gli addetti alla produzione di un film di Martin Scorsese si siano inventati tutto: i contatti reiterati, le telefonate, l’incapacità di parlare con le amministrazioni locali; dall’altro la possibilità che lo staff del regista sia stato rimbalzato da un ufficio all’altro, che il contatto della produzione sia stato scritto su un foglietto volante – o magari passato a voce, o magari sia stato riferito che “Ha chiamato uno che vuole fare un film nella Reggia, ma hanno detto che è scortese” – e che quindi l’opportunità di proiettare in mondovisione lo splendore residuo della Reggia di Caserta sia andata in fumo. Al lettore la libertà di scelta. Però, se volete, vi diamo qualche aiutino.

reggia-di-caserta-tripadvisor-commenti-personale

Alcuni commenti recenti tratti da TripAdvisor sul personale della Reggia di Caserta (clicca per ingrandire)

Più delle parole vere e proprie, parlano le immagini del blog World Trips. Questa è una foto della Reggia di Caserta dei “bei tempi”…

reggia-di-caserta

… e questo è quello che si poteva “ammirare” passeggiando per i giardini nella scorsa primavera. Tutta colpa della produzione di Scorsese, immaginiamo.

Francesco Guarino
@fraguarino

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews