‘Refugees not Welcome’ lo striscione dei tifosi del Maccabi Tel Aviv

Refugees

Si è parlato molto degli striscioni apparsi negli stadi di calcio tedeschi con scritto “Refugees Welcome“. Addirittura il Borussia Dortmund ha invitato 220 rifugiati ad assistere alla partita di Europa League contro l’Odds Ballklubb. Anche in Italia alcuni tifosi ha voluto fare un piccolo gesto di solidarietà nei confronti degli immigrati: la settimana scorsa durante la partita contro il Como la curva nord del Perugia, squadra militante in Serie B, aveva esposto uno striscione che recitava proprio “Welcome Refugees”. La Roma di James Pallotta, invece, ha lanciato un progetto chiamato “Football Cares” per raccogliere soldi destinati all’emergenza dei rifugiati. Non sta facendo altrettanto notizia, però, il fatto che qualcuno la pensa in maniera decisamente diversa.

NON SIETE I BENVENUTI - Durante la partita fra il Maccabi Tel Aviv e l’Hapoel Ironi Kiryat Shmona, i tifosi del Maccabi hanno esposto uno striscione con scritto “Refugees not Welcome“. Una mossa decisamente in controtendenza rispetto a quanto si è visto negli altri stadi d’Europa.

 

NON SAREMO SOMMERSI - Ma qual è la posizione di Israele rispetto all’accoglienza dei rifugiati? Il sei settembre il Primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha detto: «Non lasceremo che Israele sia travolto da un’ondata di rifugiati clandestini e attivisti terroristi». Ha sottolineato che «Israele non è indifferente alla tragedia umana dei profughi siriani e africani» ma «Israele è uno Stato piccolo, molto piccolo, che non ha una profondità demografica e geografica ed ecco perché dobbiamo controllare le frontiere». Inoltre, Netanyahu ha annunciato la costruzione di un nuova recinzione al confine con la Giordania. Il costo di questa barriera, che dovrebbe essere completata in un anno, sarà dell’equivalente di 70 milioni di euro.

IL NEMICO PUTIN - Quattro giorni fa, invece, il ministro della Difesa israeliano ha detto che le truppe russe sono già in Siria e il loro scopo è aiutare il Presiente siriano, Assad, a combattere i terroristi dell’Isis.

Giacomo Cangi

@GiacomoCangi

foto: pbs.twimg.com

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews