Referendum: la corsa per il quorum e le posizioni dei politici

Referendum: si vota il 12 e 13 giugno

ROMA – Mancano tre giorni all’apertura delle urne e i due schieramenti, i sostenitori del voto e quelli che lo giudicano inutile, sparano le ultime cartucce per convincere gli italiani. Succede anche tra gli esponenti politici.

Il presidente della Camera Gianfranco Fini, come Giorgio Napolitano, giudica il voto un dovere civico e come tale lo onorerà imbucando la sua scheda, ma nel centrodestra serpeggia il virus dell’astensione che ha contagiato tra gli altri anche Mariastella Gelmini.

Il ministro dell’Istruzione ha detto apertamente ai giornalisti: «Non andro’ a votare perche’ ritengo che siano quesiti piuttosto inutili che servono alla sinistra per mettere in difficolta’ il Governo in carica e per cercare di ostacolare ancora una volta le riforme del presidente Berlusconi. E non mi pare che servano al Paese».

Sulla scelta sì/no  Bossi e Berlusconi hanno lasciato totale libertà di coscienza e così Zaia, ad esempio, ha annunciato che si esprimerà con almeno due sì. Il presidente leghista del Veneto andrà quindi a votare, dando il buon esempio, mentre il suddetto leader della Lega non farà altrettanto: il Senatur ha detto apertamente  che non andrà alle urne. Il premier non è si è espresso su questo, ma ha più volte ribadito l’inutilità dei quesiti. Di inutilità ha parlato anche Romani riguardo l’esito del quesito sul nucleare.

Più compattamente schierati i partiti del centrosinistra, in prima fila a favore del voto accanto ai comitati per far sì che si raggiunga il quorum e che trionfino i quattro Sì. Nonostante ciò nè Pier Luigi Bersani nè Antonio Di Pietro, che ha sollevato la questione delicata degli italiani all’estero, saliranno sul palco di piazza del Popolo venerdì prossimo, nell’ultima manifestazione a sostegno del Sì. Il leader del Pd sarà certamente a votare già domenica mattina, alle 10, per dare un segno di fiducia e partecipazione: così ha dichiarato in un’intervista a «l’Unità».

Presenti all’appuntamento voto saranno anche gli esponenti del Terzo Polo, Pierferdinando Casini e Rutelli, nonchè il segretario della Cgil Susanna Camusso.

Redazione

foto via altopascio.info

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

2 Risponde a Referendum: la corsa per il quorum e le posizioni dei politici

  1. avatar
    anonimo 09/06/2011 a 18:50

    ANDIAMO A VOTARE PENSIAMO ALLA VITA DEI NOSTRI FIGLI A CUI TENIAMO!IL NUCLEARE UCCIDE!RIFLETTETE!DOMENICA E LUNEDI VOTIAMO SI!!!!!!!

    Rispondi
  2. avatar
    anonimo 10/06/2011 a 08:40

    non vogliamo incidenti nelle centrali nucleari!potrebbe essere la nostra fine!domenica mattina si vota,sbarrando un segno sul si!!!

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews