Redditometro: le nuove voci

redditometroRoma – Nuovo redditometro per combattere l’evasione fiscale, da sempre piaga difficile da debellare nel nostro Paese. I nuovi provvedimenti entreranno in vigore a marzo e saranno applicabili a partire dall’anno d’imposta 2009.

Il redditometro prenderà in considerazione più di cento voci di spesa e analizzerà la situazione finanziaria delle persone fisiche. Il sistema si baserà sia su dati puntuali – come quelli che si evincono dalla dichiarazione dei redditi – che su dati riscontrabili all’anagrafe tributaria. Se questi valori non saranno disponibili il Fisco passerà a controllare le spese medie calcolate dall’Istat per  aree geografiche.

Le voci del nuovo redditometro sono più di cento, ecco le voci più significative introdotte nel nuovo provvedimento anti evasione fiscale con un decreto del ministero dell’Economia.

Alimentari e abbigliamento: saranno  vagliate le spese per cibo e bevande, vestiti e scarpe, arredamento ed elettrodomestici – che comprendono anche biancheria, detersivi, pentole, lavanderia e riparazioni – e i collaboratori domestici.

Combustibili ed energia: saranno esaminate le spese per energia elettrica, gas e riscaldamento.

Abitazioni: mutuo o canone di affitto, canone di leasing immobiliare, manutenzione ordinaria, acqua e condominio, intermediazioni immobiliari.

Trasporti: saranno valutati Rc auto, assicurazioni per incendio e furto, bolli, pezzi di ricambio, olio e lubrificanti, carburanti, manutenzione e riparazione di auto, moto, caravan, camper, minicar, natanti, imbarcazioni e aerei. Spese per tram, autobus, taxi. Calcolo dei kw medi delle tipologie di nuclei familiari sulle informazioni del Pra.

Comunicazioni: acquisto di apparecchi e traffico telefonico.

Istruzione: spese sostenute per l’istruzione: libri, tasse scolastiche, rette per asili nido, scuola per l’infanzia, scuola primaria e secondaria, corsi di lingue straniere, corsi universitari, tutoraggio, corsi di preparazione agli esami, scuole di specializzazione, master, soggiorni di studio all’estero e canoni di locazione per studenti universitari.

Tempo libero e cultura: giochi e giocattoli, radio, tv, hi-fi, computer, libri non scolastici, giornali e riviste, dischi, cancelleria, abbonamenti radio, televisione e internet, lotto e lotterie, piante e fiori, riparazione di radio, televisore e computer.

Sanità: medicinali e visite mediche.

Investimenti: immobili, beni mobili registrati (auto e caravan, moto, minicar, natanti e imbarcazioni, aeromobili), polizze assicurative, contributi previdenziali volontari, azioni, obbligazioni, finanziamenti, capitalizzazioni, quote di partecipazione, fondi di investimento, derivati, certificati di deposito, pronti contro termine, buoni postali fruttiferi, conti di deposito vincolati, altri titoli di credito, altri prodotti finanziari, valuta estera, oro, numismatica, filatelia, oggetti d’arte o antiquariato, manutenzione straordinaria delle unità abitative, donazioni ed erogazioni liberali.

Altri beni e servizi: assicurazioni danni, infortuni e malattia, contributi previdenziali obbligatori, barbiere, parrucchiere e istituti di bellezza, prodotti per la cura della persona, centri benessere, argenteria, gioielleria, bigiotteria e orologi, borse, valigie ed altri effetti personali. Onorari a liberi professionisti, alberghi, pensioni e viaggi organizzati, pasti e consumazioni fuori casa, assegni periodici corrisposti al coniuge.

Francesca Penza

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews