Rainbow MagicLand Valmontone: parco divertimenti. O no?

VALMONTONE (ROMA) – La pagina ufficiale Facebook invasa dai commenti negativi e dai battibecchi tra gli utenti. Una media voto di 1,89/5 su Parksmania, stando alle valutazioni dei visitatori. Attrazioni chiuse, poi aperte, poi richiuse a giornata in corso. Altre che ancora non hanno visto la luce del sole. Prezzi dei biglietti ritenuti alti, poi tagliati fino al 24 giugno, infine riduzioni e ingressi omaggio. Benvenuti a Rainbow MagicLand, il parco di divertimenti di Valmontone – alle spalle del noto outlet e a pochi passi da Roma – che, a giudicare dai pareri espressi finora, sta facendo divertire poco e parlare tanto coloro che si sono già avventurati nel mondo incantato di Gattobaleno, la mascotte.

Il logo di Rainbow MagicLand, parco giochi alle porte di Roma (parksmania.it)

PAGINA FACEBOOK O CAMPO DI BATTAGLIA? – Il parco ha aperto i battenti ufficialmente il 26 maggio, dopo alcune giornate a regime limitato dedicate esclusivamente ai residenti dei paesi limitrofi, invitati a provare gratuitamente la struttura e a segnalare eventuali imperfezioni o disguidi tecnici. Qualche apertura di test sembra però non essere bastata al Rainbow MagicLand, perché dal giorno dell’apertura ufficiale la pagina Facebook ufficiale del parco è diventata campo di battaglia tra i detrattori e i sostenitori. Se qualche giorno di disagio è tuttavia da considerarsi assolutamente normale nella vita di un parco giochi dalle grandi aspirazioni (600.000 metri quadrati di superficie e 30 attrazioni annunciate sul sito), non è probabilmente normale che i disagi si protraggano così a lungo e vengano gestiti in maniera un po’ sommaria.

La lamentela più grande degli utenti sembra riguardare infatti proprio la possibilità di fruire delle attrazioni: alcune di esse (il launch-coster Shock, il dark-ride interattivo Huntik, la torre Mystika, Maison Houdini) sono al momento ancora chiuse oppure hanno dato problemi a parco aperto. In alcuni casi le giostre iniziavano il proprio funzionamento per poi interrompersi sul più bello, costringendo gli operatori a far tornare al punto di partenza l’attrazione o, addirittura, a sgombrarla nel bel mezzo del percorso. Facendo scendere le persone con grande cautela e professionalità, ma magari non nel modo più sicuro possibile.

DISSERVIZI – Il problema dell’aver lasciato la pagina Facebook “aperta” a tutta l’utenza (scelta mirata o imprudenza?) è che all’interno della stessa si stanno riversando lamentele corrette e costruttive («Vietano di salire sulle attrazioni portando oggetti in tasca, ma non ci sono cassetti in cui depositarli») ed altre a dir poco sorprendenti («Fa troppo caldo, non ci tornerò!»: non ci risultano parchi divertimenti in Italia in grado di controllare le condizioni meteorologiche del pianeta, ndr).

Adulti e bambini aiutati dal personale a scendere da una giostra: una scena frequente negli ultimi giorni (facebook.com)

Tra le segnalazioni spicca però quella della scarsa e poco tempestiva comunicazione sulla funzionalità del parco: per il 24 giugno è stato dato l’annuncio dell’apertura di due nuove importanti attrazioni, Huntik e Mystika, ma la direzione del parco ha consigliato di contattare il centralino prima di incamminarsi, per conoscere l’effettiva disponibilità quotidiana delle stesse. Una prassi facile per chi viene da Roma e dintorni, ma a dir poco improponibile per pullman e comitive organizzate da fuori regione, che costituiscono e costituiranno l’indubbio valore aggiunto di un parco che aspira a diventare punto di riferimento per il centro-sud e per l’Italia intera.

ROM E VANDALI - I fruitori della struttura hanno inoltre ravvisato tra i problemi strutturali la scarsa protezione dai raggi del sole – sia in coda alle giostre che nel resto del parco – e la presenza di alcuni rom che hanno scelto il parcheggio del Rainbow come bivacco. Lo stesso parcheggio, ampio e gratuito, è indicato tra l’altro come privo di illuminazione e quindi a rischio sicurezza. I camper avrebbero comunque già ricevuto un’ordinanza di sgombero dal comune di Valmontone. Come in ogni novità che si rispetti, non sono mancati i primi atti vandalici: in mancanza di cartelli (apparsi negli ultimi giorni) che vietavano esplicitamente di salire sulle scenografie, in molti si sono infatti avventurati sulle stesse, danneggiandole più o meno volutamente. Delle lamentele sull’educazione della clientela, il parco purtroppo può rispondere ben poco: il personale dal parco è ritenuto dalle famiglie numeroso, cortese ed efficiente, ma le segnalazioni di ragazzacci che fumano all’interno di attrazioni in cui è esplicitamente vietato, o che scavalcano disonestamente le code, dovrebbero tramutarsi in pubbliche e sonore strigliate. Se proprio possiamo suggerire qualcosa ai piani alti, l’allontanamento immediato dal parco di tali incivili potrebbe essere  un buon deterrente.

LA DIREZIONE? AGISCE, MA NON RISPONDE - I disagi dei primi giorni di apertura sono sì comuni per una struttura appena nata come Rainbow MagicLand, ma probabilmente sono stati maggiori rispetto a quelli previsti. Il prezzo iniziale di ingresso (fissato a 39 euro intero e 31 il ridotto, prezzo ritenuto abbastanza alto da parte degli internauti) era infatti immediatamente tagliato in via promozionale a 35 e 28 euro. Il regime ridotto del parco ha imposto però alla direzione un ulteriore taglio, abbassando così il ticket d’ingresso principale fino a 25 euro, e la consegna di un buono grazie al quale si può usufruire di un nuovo ingresso al parco a soli 10 euro.

Uno dei cartelli della direzione del parco che avvisa sulla funzionalità della struttura (facebook.com)

I disagi tecnici degli ultimi giorni hanno comportato la necessità di offrire addirittura un ingresso omaggio a coloro che stanno usufruendo del parco nelle ultime ore. Dal 24 giugno a Valmontone aprirà anche la sessione serale (fino alle 23 nei giorni feriali, chiusura alle 24 il sabato): Rainbow MagicLand dovrebbe essere a regime pressoché completo secondo quanto annunciato dai canali web della struttura.

Abbiamo provato a metterci in contatto con una dei responsabili per parlare dei disagi segnalati: siamo stati dirottati all’ufficio stampa che, con grande cortesia, ci ha fornito un contatto diretto all’interno del parco a cui chiedere informazioni ufficiali. Dopo aver passato qualche minuto ad ascoltare il massacrante loop “Vi preghiamo di attendere. L’operatore vi risponderà appena possibile“, sparato a ripetizione dal risponditore automatico (roba da far rimpiangere le peggiori musichette di attesa), chiediamo che la nostra chiamata venga inoltrata al contatto segnalatoci dall’ufficio stampa. La chiamata viene passata, ma dall’altro capo del telefono non risponde nessuno. Per cinque volte in due giorni. Vorremmo lasciare un messaggio, ma la voce della segreteria telefonica dice che “la casella è piena”. Speriamo non di messaggi di lamentele.

Francesco Guarino

Foto homepage: tripnblog.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

10 Risponde a Rainbow MagicLand Valmontone: parco divertimenti. O no?

  1. avatar
    forza juve 27/07/2011 a 16:05

    io sono stato al parco,e non capisco queste lamentele,quando sono andato tutte le attrazioni erano aperte,e mi sono divertito molto anzi, ho anche potuto farle più di una volta.il parco è giovane vedrete che migliorera con il tempo.

    Rispondi
  2. avatar
    Francesco Guarino 28/07/2011 a 12:32

    Gentile lettore,

    la situazione all’apertura del parco è stata disastrosa: dal punto di vista tecnico, organizzativo e comunicativo. I problemi verificatisi sono stati più del previsto e il taglio promozionale dei prezzi ne è stata la conferma. Personalmente, come scritto nel pezzo, mi è stato praticamente impossibile parlare con chiunque all’interno del parco e dubito che sia stato più facile per un normale utilizzatore.
    Dalle voci degli ultimi giorni mi dicono che la situazione stia migliorando, per quanto una delle attrazioni più attese, Maison Houdinì, non apre ancora e non si hanno notizie di nessun tipo sulla sua inaugurazione.
    Rainbow MagicLand di tempo a disposizione ne ha per migliorare, ma non deve perdersi troppo per strada: la sua reputo sia stata un’apertura prematura che ha scoraggiato molti, troppi possibili fruitori.

    Francesco Guarino

    Rispondi
  3. avatar
    Anonimo 17/08/2011 a 17:27

    dovete migliorare su i prezzi per le famiglie perche non trovo giusto che chi a ibambini deve spendere tutti qui soldi dovreste vare un sconto anche perche gardalar lo aplica alle famiglie se no credo proprio che farete il botto deve essere accesibile a tutti io ho tre figli e con ti tepi che corono e ingiusto che non posso fare divertire i miei figli per i costi elevati che avete spero che migliorerete la situazione

    Rispondi
  4. avatar
    lorena 18/08/2011 a 11:48

    circa due settimane fà ho visitato il parco,a me avevano detto che solo la maison houdini era chiusa,e sono rimasta molto delusa vedendo la maggior parte delle giostre chiuse! Visto il costo elevato del biglietto!se devono aprire il parco lo facessero quando tutte le attrazioni sono utilizzabili altrimenti lo chiudessero fino a quando non sarà in sicurezza…o perlomeno abbassassero il costo del biglietto,è effettivamente eccessivo per un parco dei “DIVERTIMENTI” se cosi si puo definire viso che ne io ne le mie amiche ci siamo potute divertire! e anche se abitiamo al centro di roma sono comunque 30 km fatti inutilmente!

    Rispondi
  5. avatar
    Stefania 24/05/2012 a 12:17

    Quest’anno il parco è totalmente rinnovato, anche le attrazioni, che finalmente sono aperte, funzionanti e performanti. Week end di pasquetta fantastico….Ve lo consiglio per una giornata di svago e divertimento….

    Rispondi
  6. avatar
    Alberto 07/06/2012 a 16:42

    Sono stato al parco la settimana scorsa e per prima cosa devo dire che ho trovato tutte le attrazioni aperte e funzionanti. Ho assistito al nuovo Stunt Show; una mezzora ben spesa soprattutto per il numero dei motociclisti finale, non dico com’è per non fare spam.
    L’attrazione più bella? Huntik 5d!!! FENOMENALE, l’ho fatta 5 volte e ho sempre migliorato il mio punteggio ;)
    Stare dentro ad un videogioco è un’esperienza fighissima!!

    Rispondi
  7. avatar
    DILETTA 18/06/2012 a 11:38

    NON VEDO L’ORA DI VENIRE A

    RAIMBOW MAGICLAND

    Rispondi
  8. avatar
    Alessia 03/12/2012 a 11:42

    Ciao a tutti..
    sono stata al parco più volte e mi sono divertita molto.
    La sera l’atmosfera è ancora più magica…La mia attrazione preferita è Cagliostro…Spero che per il 2013 ci siano nuove attrazioni, come hanno promesso e che il parco continui a migliorarsi. Apprezzo molto l’ultima news che ho letto, riguardante l’apertura Natalizia e il Capodanno…visto che sono inclusi nell’abbonamento 2013 credo proprio che me lo far regalare per Natale, in modo da poter andare al paro ogni volta che voglio..

    Rispondi
  9. avatar
    Sonia 05/12/2012 a 13:07

    Ciao io ci sono stata più volte ognuna delle quali mi sono sempre divertita in modo nuovo! é davvero emozionante, suggestiva tutta l’atmosfera. Ora ci voglio assolutamente ritornare per Natale, ottimo il prezzo, soli € 28!!! in più puoi anche scegliere di festeggiare il capodanno avendo tutto incluso!!!! Grandi ragazzi! continuate così!

    Rispondi
  10. avatar
    deborah 15/09/2013 a 22:39

    ciao, mi sono recata al parco per un regalo a mio figlio e mi sono perntita amaramente! Esperienza terribile! Attrazioni chiuse per guasti tecnici e disorganizzazione del personale. Vi spiego la mia disavventura:
    ci siamo avventurati su alcune attrazioni ma il peggio è avvenuto sul Pixie River(attrazione sun un gommone a 4 posti in prevalenza di acqua), appena saliti io , il mio bambino di 6 anni e mio marito l’attrazione si blocca sulla salita ripida e come se non bastasse inizia un fortissimo temporale. Mio figlio impaurito inizia a piangere, gli addetti all’attrazione disinteressandosi di quello che stava avvenendo dicevan solo di stare seduti e sono scappati per la forte pioggia. Noi non sapevamo come fare, ci siamo arrampicati per poter uscire, ma voi vi immaginate se ero sola con il mio bambino! Nessuno ci è venuto in aiuto!
    Ho cercato di far dimenticare l’esperienza negativa a mio figlio portandolo a Gardaland, dove ho trovato una magnifica organizzazione e un personale disponibilissimo!
    Ho provato anche a contattare la direzione del parco Rainbow Magicland per le mie lamentele ma, con scarsi risultati perchè non ho trovato un contatto con loro.
    Deborah

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews