Questa settimana al cinema

Finalmente sta arrivando. È sulla rotta italiana, infatti, il terzo e (a quanto pare) conclusivo capitolo della saga del Cavaliere Oscuro (alias Batman) orchestrata dal genio visivo e narrativo che risponde al nome di Christopher Nolan. La data di uscita ufficiale di Il cavaliere oscuro – Il ritorno è, si, stabilita per il prossimo 29 agosto, ma occhio alle anteprime nazionali italiane distribuite quasi su tutto il territorio tricolore. In data 21 agosto, infatti, sono previste delle proiezioni anticipate per quello che si appresta a rimanere negli annali come un nuovo capolavoro rientrante nella filmografia ufficiale di uno dei registri più sorprendenti degli “anni zero”. Telefono alla mano, dunque, e portafogli scattante per prenotare in anticipo un succoso posto in platea. Per i comuni mortali, ne parleremo a tempo debito.

Venendo, invece, alle uscite di questa settimana, si tratta di approdi in sala numericamente carenti ma non senza un pizzico di interesse scaturito, più che altro, da un potenziale di divertimento distribuito su vari e, soprattutto, diversi fronti. L’adrenalina proveniente, ad esempio, dal secondo capitolo dell’indicibile verve spudoratamente filoamericanista de I mercenari, ad esempio (regia di Simon West per un cast che non bada a spese pur di resuscitare, di nuovo, vecchie glorie dei muscoli quali con Sylvester Stallone, Jason Statham, Jet Li, Jean-Claude Van Damme, Bruce Willis, Arnold Schwarzenegger e nientemeno che Chuck Norris), ispira all’acquisto di un biglietto di sala anche solo per rivoltarsi sulla poltroncina a suon di acrobazie ottiche e morti ammazzati alla maniera yankee con tanto di sadismo post malvivenza. La banda di guerriglieri urbani retribuiti, dunque, torna in azione anche se, questa volta, per una questione personale: dopo la brutale uccisione di Tool, cuore e anima dei Mercenari, nel corso di una missione, i suoi compagni non possono fare a meno di giurare vendetta. Non si tratta, però, delle uniche persone a desiderare questo pratico spargimento di sangue poiché Fiona, giovane figlia dello stesso Tool, avvia la stessa azione vendicatrice anche se in privato. Viene, però, catturata da un dittatore che ha in progetto l’idea di distruggere un movimento di resistenza. In tal senso, l’obbligo di salvare la giovane Fiona diventa, in qualche modo, la necessità di salvare il mondo intero. Fate voi.

Evitate a qualunque costo di sedervi in sala voi o di concedere l’ingresso a figli e nipoti di qualunque grado per una qualsiasi proiezione dell’insulso, falso, ipocrita e più satanico del satanismo stesso (se proprio vogliamo andare ad analizzare fino in fondo) teen movie Lol – Pazza del mio migliore amico (regia di Lisa Azuelos, con, per protagonista, quanto di più falso possa esistere nei canali di spettacolo mediatico, ovvero Miley Cyrus, nonché in presenza di una Demi Moore che di peggio non poteva scegliere per tornare a frequentare il profilmico). La pellicola, infatti, non è altro che l’ennesimo tassello di una sottocultura adolescenziale deviante e lussuriosamente fasulla in termini di desiderio di crescita individuale nel suo tentativo di inscenare una poco credibile personalità ribelle in contrasto con una figura materna desiderosa di una nuova adolescenza (non proprio i reali problemi quotidiani, insomma). Lo scontro tra le due, quindi (ben venga, quindi, l’educazione), porterà alla prima cotta l’una e alla riscoperta di sé stessa (onore all’altruismo in favore della propria prole) l’altra.

Tenetevene rigorosissimamente alla larga, dunque, e, se volete, preferite accompagnare i vostri pargoli, sapendo di divertire, però, anche voi stessi, ad una proiezione di Madagascar 3 (regia di Tom McGrath e Conrad Vernon, con le voci originali di Ben Stiller, Chris Rock, David Schwimmer, Frances McDormand, Jessica Chastain), terzo capitolo di una delle saghe d’animazione più divertenti degli ultimi anni (ad ogni modo, non per questo rivolte esclusivamente ad un pubblico infantile). Tornano sul grande schermo, dunque, Alex il leone, Marty la zebra, Gloria l’ippopotamo e Melman la giraffa, ancora una volta nell’arduo tentativo di ritrovare la strada di casa per far ritorno alla loro amata Grande Mela. Naturalmente, in questo ennesimo tentativo, saranno ancora accompagnati dalle strampalate figure dei Pinguini per affrontare un viaggio che permetterà loro di attraversare l’Europa in cerca di copertura tra le file di un circo itinerante inconsapevolmente da loro reinventato a suon di gag.

Buona visione.

Stefano Gallone

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews