Quattro telefonate al Quirinale intercettate

mancino napolitano intercettazioni

Nicola Mancino: le sue telefonate al Colle nel mirino

Roma – Sono quattro le telefonate intercettate su disposizione dei pm palermitani che riguardano il presidente Napolitano, su oltre 9.295 conversazioni telefoniche, riguardanti l’ex ministro Nicola Mancino. Lo si può leggere negli atti trasmessi dalla Procura di Palermo alla Corte Costituzionale, che dovrà giudicare dell’ammissibilità di queste interpretazioni.

Gli stessi atti contengono le opinioni del team palermitano riguardo il conflitto tra i poteri dello stato, che ritengono non coerente con la democrazia e la Costituzione un’immunità totale del Capo dello Stato. Se avesse “un’immunità assoluta” e “gli si riconoscesse una totale irresponsabilità giuridica anche per i reati extrafunzionali” le sue prerogative sarebbero estremamente vicine a quelle di un sovrano monarchico, caratterizzato dall’inviolabilità.
Secondo i firmatari del documento, si assisterebbe allora a una “vistosa serie di gravi conseguenze”; “ci si deve chiedere – scrivono Pace, Serges e Serio – se una garanzia dell’immunità presidenziale così irrazionalmente dilatata al di là dei limiti segnati non finisca per costituire una violazione dell’obbligatorietà dell’azione penale”. Un dibattito tra costituzionalisti che continuerà ancora a lungo perché, come scrivono i pm,  “l’intercettazione della conversazione del Presidente della Repubblica” è stata “occasionale, del tutto involontaria, non evitabile e non prevedibile”. Pertanto, proseguono nel testo, “non può integrare in sé alcuna lesione di prerogative previdenziali quali che sia il contenuto”.

Le telefonate tra Giorgio Napolitano e Nicola Mancino sono state intercettate tra il 7 novembre 2011 e il 9 maggio 2012. Le quattro telefonate al Capo dello Stato, intercettate indirettamente, sono state effettuate da Mancino il 24 dicembre 2011 alle ore 9.40 (durata 3 minuti), il 31 dicembre 2011 alle ore 8.48 (durata 6 minuti), il 13 gennaio 2012 alle ore 12.52 (durata 4 minuti) e il 6 febbraio 2012 alle ore 11.12 (durata 5 minuti). Di queste conversazioni, però, non è stata fatta alcuna trascrizione e il loro contenuto non è mai stato messo a conoscenza di alcuna parte processuale.

Andrea Bosio

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews