Quattro nuovi arresti per la strage di Via D’Amelio

Caltanissetta – La Dia ha eseguito nuove ordinanze di custodia cautelare del Gip di Caltanissetta per quattro indagati nella nuova inchiesta sulla strage di Via D’Amelio, in cui morirono il giudice Paolo Borsellino e la sua scorta. Le ordinanze riguardano uno dei presunti mandanti, il boss Salvatore Madonia, e due presunti esecutori, Vittorio Tutino e Salvatore Vitale. Un’altra ordinanza è stata eseguita per un pentito, Calogero Pulci per falsa testimonianza.

Il provvedimento è stato notificato dalla Dia in carcere a Madonia e Tutino, già detenuti, e nella casa di cura in cui è ricoverato agli arresti domiciliari, per gravi patologie a Vitale.

Totò Riina

L’ordinanza scaturisce dall’inchiesta aperta in base alle dichiarazioni di Gaspare Spatuzza che ha portato alla revisione dei processi “Borsellino” e “Borsellino-bis” davanti la Corte d’appello di Catania. Lo stesso pentito è indagato, così come Madonia, Tutino e Vitale, per strage aggravata. Ma agli arrestati sono stati attribuiti anche altri reati quali l’aver agevolato l’associazione mafiosa e avere agito anche per fini terroristici.

Le nuove ordinanze di custodia cautelare si inquadrano nella revisione dei processi sulla strage di via d’Amelio e darebbero corpo alla nuova ricostruzione dei veri motivi dell’uccisione del giudice palermitano e della sua scorta. Secondo quanto sta emergendo dalle nuove indagini il giudice Borsellino venne ucciso dalla mafia assieme a cinque uomini della sua scorta nell’attentato di via D’Amelio perché era percepito dal boss di Cosa Nostra Totò Riina come un “ostacolo” alla trattativa con esponenti delle istituzioni. Una trattativa che “sembrava essere arrivata su un binario morto” e che il capomafia voleva rivitalizzare con una sanguinaria esibizione di potenza.

Alberto Staiz

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews