Quando è il jazz a suonare bene: la rassegna Friday sounds good inaugura a Roma

Il logo della rassegna Friday sounds good

ROMA – Come ogni forma d’arte anche la musica ha le sue “cenerentole”: il jazz è uno di questi, tanto più se si tratta non di nomi già affermati sullla scena, ma di progetti nuovi e giovani. Per questo la rassegna di musica contemporanea Friday sounds good, al via dal 9 novembre al Teatro della Dodicesima di Roma (via Carlo Avolio, 60), è una di quelle oasi in cui – in audace e coraggiosa controtendenza rispetto a linee prettamente commerciali ed esterofile- si punta a due obiettivi, entrambi ambiziosi, ma entrambi necessari per non appiattire l’offerta culturale di una città come Roma che si vorrebbe Capitale: la presentazione live di progetti musicali di autori emergenti e la promozione della carica creativa della scena artistica italiana, puntando quindi  sui talenti nazionali.

A questo si aggiunge, completamento di una volontà di uscire da certi schemi, la scelta del Teatro della Dodicesima quale palco per ospitare gli artisti: nato nel 2004 come “costola” di un’associazione culturale attiva sul territorio fin dal 1990, ha sede a Spinaceto, area periferica dell’Urbe, e lì rappresenta la sola realtà culturale ad operare – senza finanziamenti pubblici – e “resistere”, portando eventi di qualità e spessore oltre la ristretta ed elitaria cerchia delle Mura Aureliane, supplendo ad un carenza di iniziative da parte delle Istituzioni. E che dire del titolo, Friday sounds good? Non vi ricorda nulla? Gianni Barone, ideatore e direttore della rassegna con cui WakeUpNews ha avuto la fortuna di scambiare due chiacchiere al telefono, l’ha così spiegato: «Abbiamo volutamente ripreso la formula “Luglio suona bene” dell’Auditorium Parco della Musica, ma con un significato chiaramento nuovo e anche “provocatorio” in fondo». Non polemiche inutili, quindi, bensì un invito ad una sana riflessione accompagnato – perchè le parole non bastano, serve anche l’azione – dalla concretezza di una serie di 7 concerti.

Gabriele Buonasorte, sax nel quartetto Funkamente che suonerà il 30 novembre alle 21 (foto di Ernesto Tedeschi)

Le serate vedranno alternarsi band diverse per formazione, storia e anche generi musicali. Se infatti è la componente jazz a costituire il fil rouge, su questa agiranno ora le ritmiche balcaniche, flamenche e nordafricane del progetto Precipitevolissimevolmente dello Stefano Scarfone Trio (9 novembre), ora il funk del quartetto formato da Gabriele Buonasorte (sax), Angelo Olivieri (tromba), Mattia di Cretico (batteria) e Mauro Gavini (basso elettrico) che non poteva che chiamarsi Funkamente  (30 novembre). Gli appuntamenti di dicembre porteranno invece all’attenzione degli spettatorigli gli innesti elettronici e ambient del progetto Airfinger What do you think? guidato da Luigi Di Chiappari (venerdì 7) e il folklore della tradizione siciliana – anche canora e narrativa – con il Vanda Rapisardi Quintet (venerdì 21).

A gennaio Friday sounds good tornerà venerdì 11 con A.C.R.O.S.S, progetto di quattro musicisti il cui apporto originale permette al jazz di imprimersi di sonorità world-fusion e pop; il 25 gennaio altra interessante fusione musicale proposta dal Giorgio Ferrera Trio, che con il progetto Nothing is like before sposa al jazz ambientazioni rock. Chiusura il 25 febbraio con Electric posh, collaborazione tra Aldo Bassi e Luca Nostro capace di essere innovativa sia nel proporre brani originali che rivisitazioni di classici del rock.

Per tutte le informazioni e maggior dettagli sui concerti del Friday sounds good è possibile contattare direttamente il Teatro della Dedicesima (Via Carlo Avolio, 60 – 00128 Roma – Tel 06/5073074 – Mobile 348/2530462) oppure il sito ufficiale www.fridaysoundsgood.com.

Laura Dabbene

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews