Proposta anti-nazismo della Russia: USA, Ucraina e Canada votano ‘no’

USA, Ucraina e Canada votano 'no' alla proposta anti-nazismo della Russia (fonte: rt.com)

USA, Ucraina e Canada votano ‘no’ alla proposta anti-nazismo della Russia (fonte: rt.com)

L’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha approvato, lo scorso venerdì, una proposta della Russia riguardante la volontà di condannare i tentativi di glorificazione dell’ideologia del nazismo e la conseguente negazione dei crimini di guerra. Gli unici tre paesi a votare contro tale proposta sono stati gli Stati Uniti, l’Ucraina e il Canada.

LA PROPOSTA RUSSA - La proposta della Russia è stata accolta con favore dalla maggioranza dei paesi delle Nazioni Unite (è passata con 115 voti favorevoli, 55 astenuti e solamente 3 contrari) proprio perché l’anti-nazismo è stato, e continua ad essere, un valore etico e politico che ha accomunato la storia di tutti i paesi del mondo, compresi quelli sovietici e statunitensi della Seconda Guerra Mondiale: proprio per tale motivo la votazione negativa degli USA ha suscitato parecchio clamore.
Il documento è stato redatto facendo particolarmente attenzione allo svolgimento sociale contemporaneo, tenendo un occhio di riguardo e di sentita preoccupazione per la nascita, la crescita e la sempre maggiore adesione a nuove ideologie filo-naziste, accompagnate spesso da efferati crimini legati al nazismo, verificatisi in molteplici parti del mondo, Europa compresa.

ELIMINAZIONE DI OGNI FORMA DI DISCRIMINAZIONE RAZZIALE - La Russia ha così deciso di stilare una proposta che rendesse applicabile in modo universale la Convenzione Internazionale sull’Eliminazione di ogni forma di Discriminazione Razziale, proprio per fare fronte ad un’emergenza che sembra aumentare: tale Convenzione Internazionale, adottata nel 1965 ed entrata in vigore nel 1969, fu firmata da molte nazione, tra cui anche gli Stati Uniti, ma non fu mai trovato un reale meccanismo di applicazione per le singole denunce.
La Russia ha così deciso di rendere la Convenzione concretamente applicabile ed usufruibile, in particolar modo iniziando a condannare ogni tentativo di negazione dei crimini di guerra commessi dai nazisti, a partire proprio dall’Olocausto.

Assemblea Generale delle Nazioni Unite (fonte: spondasud.it)

Assemblea Generale delle Nazioni Unite (fonte: spondasud.it)

LO SCONCERTO PER I ‘NO’ - L’intento lodevole è stato largamente capito dai membri delle Nazioni Unite ma continuano a non spiegarsi i voti contrari di Stati Uniti, Canada e Ucraina; il Ministro degli Esteri russo si è espresso con toni duri, commentando l’esito della consultazione: «Il fatto che gli Stati Uniti, il Canada e l’Ucraina abbiano votato contro, mentre le delegazioni degli Stati membri dell’UE si sono astenuti dal voto su questa proposta di risoluzione, che è stata sostenuta dalla stragrande maggioranza degli Stati membri delle Nazioni Unite, è estremamente deplorevole»; ha poi continuato commentando la posizione dell’Ucraina definendola «deprimente e allarmante»: «difficilmente si può capire come un Paese, le cui persone hanno subito gli orrori del nazismo e hanno contribuito in modo significativo alla nostra vittoria comune contro di esso, possa votare contro una risoluzione che condanna la sua glorificazione».

LE MANCATE RISPOSTE - Ciò che risulta ancora più singolare è che tale episodio ha dei precedenti, poiché la Russia propone documenti simili a cadenze quasi annuali, ma Stati Uniti e Canada hanno sempre votato contro, senza rilasciare alcuna dichiarazione o spiegazione in merito. Ha motivato invece il suo no Andrey Tsymbalyuk, rappresentante di Kiev, che ha affermato come la votazione dell’Ucraina derivi da una mancata condanna di stalinismo e neo-stalinismo, ideologie che hanno danneggiato il paese tanto quanto il nazismo: secondo Tsymbalyuk, quindi, fino a quando entrambe le ideologie non saranno disapprovate nello stesso modo, l’Ucraina non potrà rispondere all’interrogazione della Russia.

Alessia Telesca

foto: rt.com; spondasud.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews