Prince of Persia, la favola di un destino che si può riscrivere

Degno dei migliori racconti da mille e una notte. Prodotto da Jerry Bruckheimer e diretto da Mike Newell, la storia del giovane Dastan e della principessa Tamina alle prese con un misterioso pugnale che permette di controllare il tempo

di Adriano Ferrarato

Locandina

Locandina

Antica Persia, sesto secolo dopo Cristo. Dastan è un piccolo orfano sorpreso ad aiutare un compagno a rubare delle mele al mercato. Inseguito dalle guardie imperiali, viene notato per il suo coraggio dal sovrano Sharaman (Ronald Pickup), che decide di risparmiargli la vita e di adottarlo a palazzo insieme ai suoi due figli, Tus (Richard Coyle) e Garsiv (Toby Kebell). 15 anni dopo il giovane, divenuto ormai adulto (Jake Gyllenhaal), è considerato un nobile persiano, pur agendo e comportandosi come un semplice uomo del popolo.

Sotto la guida dello zio Nizam (Ben Kingsley), Dastan e i suoi due fratelli adottivi organizzano una rappresaglia nei confronti della città sacra di Alamut, accusata di nascondere all’interno delle sue mura armi riservate alla lotta clandestina contro l’impero persiano. Nonostante la principessa alamutiana Tamina (Gemma Arterton) si opponga fermamente alle dure accuse, il terribile scontro ha luogo. Durante la battaglia, Dastan si ritrova casualmente in possesso di un misterioso pugnale, una lama divina in grado di poter controllare il tempo, capace di cambiare per sempre l’intero futuro dell’umanità gettandola nel catastrofe.

Film di altissimo livello spettacolare, “Prince of Persia – Le sabbie del tempo” è una bellissima sintesi di cinema fantastico e d’azione, ambientato in un territorio degno delle migliori storie di Aladino e il Genio della lampada (le riprese del film sono state girate per la maggior parte in Marocco, le cui terre rivelano un fascino davvero fuori del comune), con attori di gran impatto estetico che si muovono con ritmo incalzante e coinvolgente. Comico, ma tuttavia anche serio, divertente, serrato: la Disney ha veramente elaborato il meglio, trasformando lo storico videogioco prodotto dalla Ubisoft in una pellicola di elevata attrazione cinematografica.

Indovinata la scelta degli attori a partire dal protagonista Gyllenhall, che non essendo carismatico come il Johnny Depp della trilogia dei “Pirati dei Caraibi” riesce comunque ad impostare un personaggio vivace, sorridente e in ottima forma atletica. Il ruolo di Dastan è ben gestito sia a livello emotivo, specie nel forte rapporto che nella pellicola avrà con i fratelli e il padre adottivo, sia a livello sentimentale con la principessa di Alamut. Scaltro, intelligente, astuto e dotato di un elevata capacità di analisi intuitiva, nella sua figura  si impersona l’eroe da mille e una notte degno delle belle più belle storie di oriente. Che impara dai propri errori. Aiutato anche dagli incredibili effetti speciali (la collaborazione tra il produttore Jerry Bruckheimer e Kelly Newell, regista di “Harry Potter” ha dato pienamente i suoi frutti) il giovane compie prodezze incredibili, salti impossibili che sfidano qualsiasi legge di gravità, ma che tuttavia nella loro assurdità riescono comunque a mantenersi credibili dal punto di vista dello spettatore.

Gemma Arterton

Gemma Arterton

Di contro, la coprotagonista portata sullo schermo dall’incantevole Gemma Arterton è, purtroppo, abbastanza stereotipata: il ruolo della sovrana coraggiosa, innamorata, ma anche capace di battute pungenti, provocazioni sempre al limite dell’erotismo e lamentele esagerate in nome della propria femminilità da “fanciulla indifesa” è particolarmente obsoleto, e sul piano della sceneggiatura manca di spessore pur disponendo di una bellezza scenica senza eguali. Probabilmente è proprio quest’ultimo punto a rendere comunque simpatico e gradevole il suo personaggio. Che ben si adatta ad essere la compagna del principe di Persia, mostrando anche alcune buone dosi di sincerità nelle situazioni del film più complesse.

continua a leggere —–>

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

1 2

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews