Presentato il 68mo Festival di Venezia

Il Leone d'Oro

Sono stati annunciati i film in gara per la 68ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Di seguito, titoli e rispettivi autori.

- Tinker, Taylor, Soldier, Spy, di Thomas Alfredson

- Wuthering Heights, di Andrea Arnold

- Texas Killing Fields, di Ami Canaan Mann

- The Ides of March, di George Clooney (film d’apertura)

- Quando la notte, di Cristina Comencini

- Terraferma, di Emanuele Crialese

- A Dangerous Method, di David Cronenberg

- 4:44 Last Day on Earth, di Abel Ferrara

- Killer Joe, di William Friedkin

- Un été brulant, di Philippe Garrel

- Taojie (A Simple Life), di Ann Hui

- Hahithalfut (The Exchange), di Eran Kolirin

- Alpeis (Alps), di Yorgos Lanthimos

- Shame, di Steve McQueen

- L’ultimo terrestre, di Gian Alfonso Pacinotti (Gipi)

- Carnage, di Roman Polanski

- Poulet aux prunes, di Marjane Satrapi e Vincent Paronnaud

- Faust, di Alexander Sokurov

- Dark Horse, di Todd Solondz

- Himizu, di Sion Sono

- Seediq Bale, di Te-Sheng Wei

Tutto secondo previsioni. Per l’Italia, Comencini e Crialese saranno affiancati dalla sorpresa Gipi, fumettista all’esordio assoluto dietro la macchina da presa. Confermati i nomi forti Polanski, Cronenberg, Solondz e Garrel. Si preannuncia un ritorno in grande stile per Friedkin e Sokurov, ma attenzione alla fantascienza di Abel Ferrara, al nipponico Sion Sono – talento eccezionale da noi ancora troppo poco noto – e Thomas Alfredson (Lasciami entrare).

Kate Winslet, sicura la sua presenza al Lido

Texas Killing Fields è diretto dalla figlia di Michael Mann, mentre Wuthering Heights porta la firma di un’autrice premio Oscar (per cortometraggio) nonché regista di Fish Tank, gioiellino indipendente distribuito in Italia la scorsa estate. Fra gli illustri ignoti, le attenzioni sono focalizzate su Taojie e Alpeis. Seediq Bale e Hahithalfut sono le incognite.

Completano il quadro Shame del promettente Steve McQueen, l’opera seconda di Marjane Satrapi (Persepolis) e il già annunciato film d’apertura griffato Clooney. Niente da fare dunque per Coppola, Payne, Cameron Crowe e altri papabili, infine prenotati dal Festival di Toronto.

Dirottati nella sezione Fuori Concorso Ermanno Olmi (Il villaggio di cartone), Steven Soderbergh (Contagion) e Madonna (W.E.). Senza dimenticare Al Pacino, che verrà insignito che premio Glory to the Filmmaker prima della proiezione di Wilde Salome, sua terza opera da regista.

La reginetta del Festival sarà con tutta probabilità Kate Winslet, protagonista per Polanski e Soderbergh, ma anche nella fiction di Todd Haynes Mildred Pierce, fuori concorso. Il red carpet attende, fra gli altri, Christoph Waltz, Michael Fassbender, Carey Mulligan, Daniel Defoe, Jodie Foster, Mathieu Amalric, Mia Farrow, Gary Oldman, Colin Firth, Matt Damon, Jude Law, Sam Worthington, Jessica Chastain, Ryan Gosling, Filippo Timi, Keira Knightley, Viggo Mortensen e Emile Hirsch.

Mathias Falcone

 

Foto http://www.100cinema.it; http://www.guestinvenice.com; http://cinematoday.hellospace.net

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews