Premio Campiello: cinque finalisti in corsa per la vittoria

La Giuria dei Letterati ha annunciato i nomi degli autori, e rispettivi libri, che si giocheranno l’assegnazione del riconoscimento

di Laura Dabbene

La cerimonia di premiazione Premio Campiello 2009

PADOVA – Sabato 22 maggio un nutrito gruppo di imprenditori ed editori ha atteso trepidante l’annuncio della Giuria dei Letterati del Premio Campiello 2010, riuniti per votare e scegliere i cinque titoli finalisti che si contenderanno l’ambito riconoscimento letterario.

Presieduta dal cineasta Giuseppe Tornatore, la Giuria vantava tra i propri membri gli illustri linguisti Gianluigi Beccaria e Salvatore Silvano Nigro, affiancati da rappresentanti del mondo dell’arte, come il critico Philippe Daverio e la presidente della fondazione Sandretto Re Rebaudengo, e naturalmente da scrittori e critici letterari (Riccardo Calimani, Giordano Bruno Guerri, Lorenzo Mondo).

Dagli oltre cento romanzi concorrenti pervenuti alla segreteria organizzativa, era stata già selezionata una rosa di 43 titoli, tra cui eleggere la top five. Non c’è voluto molto tempo, e nessuna fumata nera, prima che la Giuria si trovasse concorde nella nomina della cinquina ed è stata sufficiente una sola votazione. Il prossimo 4 settembre, sul palco del Gran Teatro La Fenice di Venezia, il Premio Campiello andrà ad una di queste opere: Canale Mussolini di Antonio Pennacchi (Mondadori), Scintille. Una storia di anime vagabonde di Gad Lerner (Feltrinelli), Le perfezioni provvisorie di Gianrico Carofiglio (Sellerio), Milano è una selva oscura di Laura Pariani (Einaudi), Accabadora di Michela Murgia (Einaudi).

I soliti editori, viene spontaneo esclamare, anche se la presenza di una casa medio-piccola (rispetto agli altri colossi) come la siciliana Sellerio, pare rendere almeno in parte ragione alle affermazioni di Andrea Tomat, Presidente della Fondazione Il Campiello, quando parla di una «formula trasparente ed esente da polemiche». Accanto poi ad autori di ampia notorietà si affaccia il nome di Michela Murgia, giovane scrittrice (classe 1972) alla sua terza prova letteraria dopo l’esordio nel 2006. Senza nulla togliere agli altri finalisti, la nota di freschezza anagrafica dell’autrice sarda è la sola che rispecchi davvero le dichiarazioni di Alessandra Pivato, Presidente del Comitato di Gestione del Premio, riguardo la «grande attenzione ai nuovi talenti».

Margaret Mazzantini vincitrice Campiello 2009

Il vero nuovo talento premiato dal Campiello è stato per il momento quello di Silvia Avallone, autrice di Acciaio (Rizzoli, per restare in tema di colossi editoriali). Al romanzo è andato, nella stessa giornata della nomina dei finalisti, il riconoscimento Opera Prima, con una motivazione letta dal presidente di Giuria, in cui si descrive il libro come «il romanzo di molteplici transizioni incompiute: dalla società industriale a quella postindustriale, dal proletariato alla piccola borghesia, dall’Italia tradizionale a quella postmoderna, dalla gregarietà femminile all’emancipazione, dall’adolescenza alla giovinezza». Merito della scrittrice aver trasformato la vicenda della due donne protagoniste, Anna e Francesca, «in una indimenticabile metafora della ricerca di identità che oggi tutti coinvolge».

Terminato il compito della Giuria dei Letterati, entrerà ora in campo la Giuria dei Trecento lettori, i cui membri, conosciuti o meno, saranno resi noti soltanto in concomitanza con la cerimonia di premiazione, sabato 4 settembre. Intanto è già fissato il ricco calendario di appuntamenti ed incontri con gli autori finalisti stilato per i mesi di giugno e luglio, tutti promossi dalla Fondazione Il Campiello. Si parte l’8 giugno da Venezia, per spostarsi il giorno successivo a Castelfranco Veneto. A luglio si segnalano le date del 15 a Villa Ruffolo a Ravello, del 23 a Punta Ala, del 29 in Piazza Marconi a Jesolo Lido, del 30 ad Asiago e del 31 luglio a Cortina d’Ampezzo, nell’ambito dell’VIII edizione di Cortina InConTra.

Come d’abitudine di fronte ai titoli selezionati per premi letterari così prestigiosi come il Campiello, il consiglio è sempre quello di ‘attrezzarsi’ criticamente in vista del 4 settembre iniziando fin da ora la lettura dei titoli scelti: il verdetto finale della Giuria potrebbe non trovarci concordi!

FOTO/ via http://www.premiocampiello.org

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews