Postura: le attitudini sbagliate dei giovani

I problemi di postura colpiscono ad ogni età, ma è soprattutto da giovani che si imparano quelle attitudini sbagliate, che portano il nostro corpo a mantenere posizioni scorrette. Queste con il tempo possono causare danni più o meno gravi che però, senza dubbio, compromettono il benessere fisico e psichico della persona.

La postura è la strategia usata dal nostro sistema neuro-muscolare e scheletrico, per rimanere in equilibrio nel modo più economico possibile. Ma cos’è che determina veramente la postura? Il nostro corpo e l’ambiente che ci circonda inviano al cervello dei segnali che vengono poi utilizzati e rielaborati. Queste informazioni però non sempre vengono inviate in maniera corretta e ciò può dipendere da problemi agli occhi, alla pelle, ai piedi alle orecchie e così via. È compito perciò del posturologo scoprire in ogni caso specifico qual è il disturbo che impedisce al nostro corpo di mantenere una postura corretta.

Uno degli atteggiamenti posturali scorretti più diffusi è senza dubbio la scoliosi. Si tratta di una deviazione laterale con rotazione e deformazione permanente della colonna vertebrale che colpisce in maniera particolare le giovani donne, soprattutto nella fase infantile-adolescenziale.

Fra i potenziali effetti negativi della scoliosi figurano lo sviluppo progressivo di deformità antiestetiche, problemi sociali e psicologici sia durante l’infanzia che in età adulta: si può avere un’immagine negativa di sé, si può soffrire di isolamento sociale o addirittura avere problemi dal punto di vista lavorativo.

Esiste un’unica prevenzione possibile ed è correlata alla possibilità di fare una diagnosi precoce dell’insorgenza di una curva scoliotica in modo da iniziare un corretto trattamento quando le curve non sono ancora molto accentuate. Ecco perché spetta al medico di famiglia capire qual è il momento migliore durante il periodo di crescita dei ragazzi, per indirizzare genitori e bambini verso il giusto specialista qualora ce ne fosse la necessità.

La scoliosi è un difetto che, secondo i recenti studi, ha origine genetica ed è in grado di determinare una “ritardata maturazione” di alcuni centri nervosi di controllo della postura e del movimento e di provocare alterazioni biochimiche e neuromuscolari, ma esistono anche difetti posturali causati da una posizione incorretta che si è soliti mantenere fin da piccoli. Nelle nuove generazioni questi difetti sono sicuramente più evidenti. Se in passato si era soliti sentirsi ripetere la frase “schiena dritta e petto in fuori”, consigli semplicistici di mamme e nonne per evitare problemi legati alla cifosi e alla postura in lordosi, oggi sembra esistere in realtà il problema posturale opposto, che nei più piccoli sta sempre più sostituendo la postura in lordosi. È la cosiddetta colonna rettificata. Si tratta di un fenomeno ancora sotto osservazione e sebbene non vi siano cause certe, esistono almeno due possibili imputati. L’imputato numero uno sono le scarpe da ginnastica. Le scarpe di una volta a suola in cuoio e tomaia in pelle offrivano un appoggio semiduro, dove il tallone era facilitato a svolgere il suo ruolo di spinta verso l’alto. Le scarpe da ginnastica che i giovani usano ormai quotidianamente, con plantari generici e talloni ammortizzati, hanno modificato completamente l’utilizzo del piede e il suo lavoro di “rimbalzo” e supporto nei confronti della colonna vertebrale.
L’imputato numero due è invece lo zaino di scuola; questo con il suo peso, portando le spalle all’indietro, rende più facile il fenomeno della rettificazione della colonna vertebrale.

Ma quali sono le conseguenze che possono nascere da questo difetto posturale che il nostro corpo tende a memorizzare fin da piccoli? Nella rettificazione la forza di gravità non viene più ammortizzata dalle curve fisiologiche della colonna, che quindi si scarica coinvolgendo tutti i corpi vertebrali; si determina così una riduzione degli spazi intervertebrali che può causare discopatia, ma anche ernia.

Chi è solito mantenere questo tipo di postura eretta, potrà soffrire nel tempo di problemi vertebrali ma anche di problemi di tensione su collo, spalle e braccia.

Sara Mariani

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews