Pollice verde, che sballo!

La chimica botanica apre involontariamente nuove frontiere e scenari allucinogeni ai giovani di mezza europa

di Gianluca Guarino

Mephedrone: fertilizzante e droga

LONDRA (UK) – Di colore fra il bianco ed il beige, si presenta sotto forma di pasticca da inghiottire, oppure di polvere da sciogliere in un liquido. Ma si può anche “mangiucchiare” come si fa con le briciole di un dolce, oppure ancora, sniffarla…Avete capito bene, l’oggetto dell’indovinello una rosa non è!

Eppure latita nelle terminologie e classificazioni della chimica botanica:  il mephedrone è la nuova ecstasy di questo principio di millennio, in voga da qualche tempo a Londra ed in altre città nordeuropee, anche se nasce principalmente come fertilizzante. Non inorridite, non è mica finita qui. Infatti, la sua natura lo rende perfettamente immune da sanzioni e sequestri, e la sua composizione chimica è leggermente differente da quella dell’ecstasy, garantendone effetti simili (euforia, stimolazione psico-fisica, senso di empatia, loquacità). Non è consentita tuttavia la sua somministrazione ad esseri umani, ma se si ha il pollice verde si può tranquillamente comprare su internet.

Oggi se ne sa ancora poco, ci vorrà ancora un po’ prima di scoprire tutti i suoi reali effetti e le conseguenze dei suoi abusi. E poco si sa anche dell’origine etimologica del nomignolo che si porta dietro, Meow meow, una felina onomatopea probabilmente indice della balorda esperienza cerebrale in cui il consumatore è proiettato. Ma potrebbe capitarvi di sentirlo definire anche drone oppure legal high.

Quella che è sicura è la dipendenza che genera nei soggetti utilizzatori. Il governo inglese ha comunque deciso di sottoporre Meow meow, insieme ad altri legal highs come la salvia divinorum, ad analisi che potrebbero comportarne la messa al bando. Cosa già avvenuta in Norvegia, Israele, Finlandia e Svezia, dove è stato registrato il decesso di un diciottenne in seguito all’assunzione della sostanza.

Polvere bianca: uno degli aspetti di Meow meow

Medesima situazione in UK: alcuni ragazzi ci hanno infatti rimesso la vita, un altro, in un party a Brighton, ha invece subito allucinazioni tali da indurlo a curiosare all’interno della propria sacca scrotale, dopo averla, come dire, rimossa dal proprio corpo. Terribile. Questi sono ovviamente gli episodi più crudi e drammatici legati a Meow meow, ma c’è anche chi racconta esperienze molto più tranquille, allegre, fatte di inspiegata felicità ed affetto (l’empatia di sopra), magari da considerare alla luce di quel comparatively safe come lo definisce il Sun, che disconosce e smentisce una necessaria ed obbligatoria visione del legal high o delle soft drugs (cannabis) come trampolino per eroina ed altre sostanze ritenute “pesanti” .

Sul web sono molti i dibattiti sul caso particolare e sull’argomento in generale, che mettono in luce una certa difformità di giudizio, che scaturisce da posizioni sostanzialmente differenti: da chi generalmente ammonisce la droga a chi si scaglia unicamente contro i prodotti sintetici, da quelli che accusano la loro diffusione fra “inesperti” e “ragazzini” a quelli per cui non è il caso di farne un polverone mediatico.

Qual è la vostra opinione? L’invito della Redazione è a commentare l’articolo e a raccontarci le vostre esperienze.

FOTO/ via http://www.partyvibe.com/forums/drugs; http://www.drugs.org.im

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Una risposta a Pollice verde, che sballo!

  1. avatar
    messi19 01/05/2010 a 13:49

    Io sono stato a Londra e alcuni ragazzi me l’hanno mostrato. era in polvere. dopo che l’hanno preso hanno avuto quella sensazione di stra-affetto, altro che empatia! uno di loro poi è venuto da me e mi ha baciato come se si fosse innamorato di me! bah! peccato, la ragazza che avevo appena conosciuto deve aver frainteso..

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews