Politica, sondaggi: testa a testa tra Pd e Pdl, crollo del M5S

Politica, sondaggi: testa a testa tra Pd e Pdl, crollo del M5S

Politica, sondaggi: testa a testa tra Pd e Pdl, crollo del M5S

Dato raro nel nostro Paese, ma stavolta i sondaggisti sono tutti d’accordo: le rilevazioni sulle intenzioni di voto ai partiti realizzate da inizio luglio indicano che le coalizioni guidate da Pd e Pdl sono appaiate al 33/35% di consenso.

Centrodestra e centro sinistra alla pari – Sono ben tre gli autori di sondaggi che segnalano un perfetto pareggio tra i due schieramenti. L’istituto Piepoli  ha stimato sia centrosinistra che centrodestra al 33,5% di consenso. Secondo Tecnè, le coalizioni di Pd e Pdl valgono entrambe il 35,8%. Per Emg, gli schieramenti maggiori possono vantare oggi invece il 35,1% di preferenze potenziali. Descrivono una situazione di sostanziale pareggio, e distacco minimo, i sondaggisti di Ipsos e Demopolis. I primi segnalano il centrosinistra avanti di mezzo punto (34,8 a 34,3%). I secondi (interviste del 5-9 luglio per il Barometro Politico) stimano la coalizione di Pd e Sel al 34,6% e gli avversari di Pdl, Lega Nord, Destra e Fratelli d’Italia al 34,5% (-0,1).

Il Partito Democratico si conferma primo partito con il 28,1% medio di consenso (+2,7 punti rispetto alle ultime elezioni nazionali) ed oscilla tra il 26% registrato da Swg al 29,2% segnalato da Tecnè. Sinistra Ecologia Lbertà (3,2% alle Politiche) viene stimata mediamente al 5,2 e si muove tra il 4,5% indicato da Ipr Marketing al 5,8 di Tecnè. Il Popolo della Libertà (21,6% a febbraio) sale al 26,8% e varia tra il 25% netto di Piepoli e Ipr al 28,5 di Tecnè. La Lega Nord continua a far registrare dati al di sotto del già deludente 4,1% delle ultime elezioni. Per Emg il Carroccio vale oggi solo il 2,4%. Buoni segnali per Fratelli d’Italia, il partito di Ignazio La Russa e Giorgia Meloni, che alle Politiche è riuscito a conquistare una pattuglia di 9 deputati e il 2% di preferenze. Oggi viene non viene mai segnalato al di sotto di quella soglia. Numeri troppo bassi invece per La Destra di Storace, indicata all’1,1 e allo 0,8%, rispettivamente da Swg ed Emg.

Sondaggi. Fonte: giornallettismo.com
Sondaggi. Fonte: giornallettismo.com

Da tre settimane si è stabilizzato tra il 17 e il 18% il consenso elettorale del Movimento 5 Stelle. Se si votasse oggi il partito di Beppe Grillo perderebbe dunque circa 8 punti rispetto a quanto ottenuto alle urne cinque mesi fa e si fermerebbe a circa 17 punti da centrosinistra e centrodestra, che alle Politiche erano distanziati di circa 4 punti. Il M5S oscilla precisamente dal 16% indicato da Tecnè al 19,5% di Piepoli. Non brilla il centro che alle Politiche ha sostenuto la candidatura a premier di Mario Monti. La lista del Professore, infatti, è calata nei sondaggi mediamente sotto il 5%.

Le cifre dei sondaggi lasciano prevedere che, nel caso di rapido ritorno al voto, e in assenza di abolizione del Porcellum, sarebbe incerto sia l’esito elettorale che la formazione di una maggioranza parlamentare chiara.

Sonia Carrera

@soniasakura89

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews