Pirelli 2013: le mescole di Formula 1 nel dettaglio

pirelli

Le gomme più dure sono la vera novità del 2013 a partire dal cambio di colore della banda

Milano – Le nuove coperture Pirelli che verranno utilizzate in questa stagione dalle scuderie di Formula 1 sono state presentate ieri a Milano, in viale Sarca, storica sede del marchio italiano. Uno degli scopi principali del fornitore unico di pneumatici 2013, per il terzo anno consecutivo, è quello di abbassare le prestazioni delle vetture di circa mezzo secondo riducendo così il numero di giri necessari per portarle in temperatura aumentando l’area di aderenza con l’asfalto per consentire alle monoposto maggiore attrito con il battistrada.
Il centro Ricerca e Sviluppo di Pirelli ha lavorato sodo, anche grazie al contributo delle scuderie, per modificare le mescole che da quest’anno saranno più morbide rispetto alle stagioni passate, così da incrementare il numero dei pit stop e conseguentemente lo spettacolo in pista. Esaminiamo le caratteristiche dei pneumatici che vedremo in questo mondiale di Formula 1.

PZero Supersoft (supermorbide)
La mescola più soffice dei quattro tipi di coperture a disposizione delle scuderie, detta anche Low Working Range, ossia che lavora bene a basse temperature. Progettata per migliorare le prestazioni e aumentare il degrado è stato studiato per essere performante nel minor tempo possibile e per questo motivo è il pneumatico prediletto in occasione di circuiti lenti, tortuosi e asfalti lisci.

PZero Soft (morbide)
Il PZero Soft ha una mescola leggermente più dura del Supersoft, fattore che lo rende più lento di circa mezzo secondo e proprio per le sue caratteristiche probabilmente sarà il tipo di mescola maggiormente utilizzato durante la stagione.

PZero Medium (media)
Il P Zero White ha una mescola media, più soffice rispetto all’esigente PZero Hard, la soluzione ideale per i circuiti meno impegnativi o con temperature ambientali più basse e proprio come le Supersoft, la differenza di prestazione sul giro singolo tra le Medium e le Hard si aggira attorno agli otto decimi.

PZero Hard (dure)
I PZero Hard possono essere ritenuti la vera novità del 2013. Non solo per il colore della banda, che per renderla meglio riconoscibile da argento è passato ad arancione, ma soprattutto perché l’aver ammorbidito questa mescola la renderà più simile alla medium dello scorso anno in termini di prestazioni, rimanendo in ogni caso la scelta ideale per i circuiti più impegnativi e con le temperature più alte.

Cinturato Intermediate (bagnato intermedie)
Se la gomma intermedia da bagnato è stata completamente riprogettata nella struttura, il disegno del battistrada rimane identico allo scorso anno, modifiche che lo hanno reso ancora più guidabile in condizioni di pista bagnata.

Cinturato Full Wet (bagnato estremo)
Come per l’intermedia, le gomme posteriori sono state ridisegnate per offrire una trazione più progressiva riducendo il sovrasterzo continuando a scaricare circa 60 litri di acqua al secondo se utilizzate a velocità massima.

Eleonora Ottonello

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews