Per la prima volta a Firenze le opere delle star del Rock

FIRENZE – Quasi al traguardo la 40 giorni di visual art a firma delle star del rock internazionale per celebrare i 40 anni dall’apertura del primo storico Cafe di Londra: si chiude così a Firenze The Art of Hard Rock, una mostra esclusiva organizzata da Hard Rock Cafe Firenze, in collaborazione con il Comune di Firenze, nel suggestivo spazio delle Murate, ex carcere ristrutturato e trasformato in un vero e proprio museo d’arte contemporanea a cielo aperto.

La mostra arriva come seconda tappa di un percorso che è partito dal Teatro Goldoni di Venezia, dal 14 giugno al 23 luglio, dove già 15mila visitatori da oltre 60 paesi del mondo hanno apprezzato l’esposizione unica nel suo genere.

 

 

Jim Morrison – “Self portrait” a matita

Obiettivo dell’iniziativa veneziana è stato quello di sostenere il progetto “Tribute To Venice” per la salvaguardia di Piazza San Marco attraverso la vendita di quattro spille in edizione limitata dedicate ai monumenti simbolo della piazza.

«Per questa occasione – ha affermato Daria Bertoni, Sales & Marketing Manager di Hard Rock Cafe Firenze, durante la presentazione del progetto - Hard Rock Cafe realizzerà e metterà in vendita delle “pin” (spille) originalissime dedicate alla città di Firenze. Il ricavato della vendita contribuirà al restauro di alcune opere in Palazzo Vecchio».

 

L’esposizione offre allo sguardo dei visitatori disegni, dipinti e maschere decorate ad opera di leggende della musica pop unite ai lavori dei grandi illustratori e copertinisti legati alla storia del rock, dalla stagione della psichedelia all’eccleticismo degli anni Settanta passando per la pop art di Peter Max e i bozzetti per i cartoni del film “Yellow Submarine” dei Beatles.

Degno di nota è il dipinto di Paul Stanley, cantante e chitarrista dei KISS. Hard Rock ha avuto donazioni di memorabilia tra le più diverse e originali, ma una tela così importante come quella donata da questo grande artista rappresenta un pezzo unico della collezione.

 

 

Paul Stanley – “Untitled” olio su tela

Stanley infatti, oltre ad avere composto le hit più importanti della band americana negli anni ’70 e ’80, ha debuttato come pittore nel 2005 scoprendo di sè un’espressione artistica poco conosciuta e riscuotendo un ottimo successo.

Le 40 opere a firma di musicisti come Ringo Starr, Jim Morrison, Michael Jackson, Pete Towshend, Roger Daltrey, John Entwistle, Frank Zappa, George Clinton, appartengono alla grande collezione Hard Rock International e sono dunque esposte nella sede in Piazza della Madonna della Neve fino al 10 settembre, dalle 12 alle 24, a ingresso libero.

 

Verranno in seguito spostate a Roma, terza e ultima tappa del percorso che avrà come scenario la Sala delle Sibille del Chiostro del Bramante.

Qui, il 16 settembre dalle 18.00 alle 20.00 ci sarà il vernissage con il dj-set di Andy dei Bluvertigo che, oltre ad essere un musicista, è anche un pittore e donerà una sua opera destinata a chi sarà estratto a seguito di una donazione. La campagna che Hard Rock ed Andy sostengono è “Adotta un banco”, a beneficio di alcuni istituti scolastici del Municipio Roma Centro Storico per l’acquisto di arredi necessari. La mostra sarà visitabile gratuitamente dal giorno seguente e fino al 26 ottobre, dal martedì alla domenica dalle 10.00 alle 19.00.

Natalia Radicchio

Foto| via l’autrice

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews