Per Francesca everything is possible

Atteso per oggi l’ultimo atto del Roland Garros: la finalissima Soderling-Nadal

di Gloria Caruso

Francesca Schiavone

Parigi – E’ lei la prima donna nella storia ad alzare la coppa del Roland Garros, uno dei più importanti circuiti del Grande Slam, con quel completino bianco sporco di terra rossa dopo che incredula si accascia a terra e mangia anche un po’ di quella polvere rossa, come aveva promesso qualora avesse vinto.

L’incontro disputato ieri al “Philippe Chatrier” è stato trasmesso in chiaro su Raidue dopo che, nelle prime ore di ieri mattina, la Rai ha comunicato di aver raggiunto, in extremis, un accordo con Eurosport regalando a tutti gli italiani questo spettacolo finito con un 6-4 7-6 per la nostra Francesca Schiavone.

Fin dall’inizio Francesca ha sempre conservato una buona posizione nei pressi della rete interpretando sempre il momento giusto per attaccare. Leiche non ha mai lasciato niente al caso, arrivando a questo incontro preparata mentalmente e fisicamente, vince il primo set con 6-4 posizionandosi sempre nella parte destra del campo.

Quando decide di cambiare tattica spostandosi nella parte centrale, l’australiana Stosur va in vantaggio per 4-1. Ma è qui che Francesca dà il meglio di sé. E’ propositiva, comincia a lavorare e riprendere colpi. Sul 4-5 del secondo set, Francesca totalizza 6 ace contro i 3 dell’australiana, che nel frattempo palesa limiti tecnici importanti nel rovescio, davanti ad una Leonessa propositiva e che rischia tanto.

La Schiavone esulta per la vittoria

Qualche scambio mozzafiato al tie break e la campionessa, dopo un’ora e trentotto minuti, prende il nome di Francesca Schiavone.

La milanese è incredula mentre fa la sua scalata in tribuna per abbracciare tutto lo staff e poi eccola lì mentre alza il suo trofeo tanti anni dopo Pietrangeli e Panatta.

Sul podio ha cantato dall’inizio alla fine l’inno di Mameli. E il suo sorriso ha contagiato tutti nel campo centrale del mitico impianto parigino. Anche il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che si trovava a Torino per una serie di viaggi in vista delle celebrazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia, informato della vittoria ha voluto telefonare alla tennista per complimentarsi di persona con lei.

“È la gioia più grande della mia carriera – ha dichiarato la Schiavone -, è incredibile. Tutto è andato per il verso giusto, ma oggi ero più aggressiva della mia avversaria”. E poi i ringraziamenti di rito all’allenatore Corrado Barazzutti e a mamma e papà:  “Ciao mamma e papà, vi amo”.

Foto| via http://www.leggonline.it;

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews