Pd, Vendola trionfa in Puglia

Battuto Francesco Boccia. Quasi 200mila i votanti. «Ora lavoriamo insieme per un unico grande cantiere del centrosinistra» ha commentato Vendola. Incerta la posizione dell’Udc

di Nicola Gilardi

nichi-vendola

Nichi Vendola

Le urne pugliesi hanno dato ragione al presidente uscente, Nichi Vendola, leader di Sinistra Ecologia e Libertà. Con oltre il 70% delle preferenze ha battuto il rivale Francesco Boccia, si è candidato ufficialmente ad essere l’uomo a guidare la sfida elettorale con il centrodestra. Nella serata di domenica è trapelato anche il nome del candidato del Pdl, designato da Berlusconi, che sarà Rocco Palese, presidente del gruppo consiliare di Forza Italia-Pdl in Puglia. Questa vittoria bissa quella del 2005, quando Vendola vinse con sole 1600 preferenze in più e l’affluenza era solo di 79mila votanti. Le 195mila presenze sono quindi un segno forte della decisione dei pugliesi, che con più del 70% delle preferenze, hanno affidato il baluardo del centrosinistra al governatore uscente.

Le prime parole da vincitore di Vendola sono state: «Nessuno si senta sconfitto, abbiamo segnato la differenza tra noi ed il centrodestra: il candidato per la presidenza della Puglia noi non la scegliamo a Palazzo Grazioli, ma insieme a una porzione rilevante del corpo elettorale». Poi pone le basi per una collaborazione con il candidato sconfitto: «Ora lavoriamo insieme perché le energie dei sostenitori di Francesco e dei miei diventino un unico grande cantiere del centrosinistra. Io per primo devo interloquire con tutti, con le diverse anime della sinistra, con le energie delle culture moderate, contro un governo che va contro gli interessi del Sud».
Francesco Boccia ha accolto la decisione degli elettori ed ha responsabilizzato Vendola dicendo: «a lui l’onere di costruire un’alternativa che a mio avviso resta l’unica speranza che abbiamo per sconfiggere il centrodestra non solo in Puglia, ma anche in Italia nei prossimi anni.

BOCCIA-fRancesco

Francesco Boccia

Per il Partito Democratico si tratta di una mezza sconfitta, visto che il suo appoggio era proprio per Boccia, ma, come nel 2005, Vendola ha ribaltato i pronostici, strappando la candidatura. Il segretario nazionale, Pierluigi Bersani, richiama all’unità del centrosinistra: «Ci possono anche essere stati nostri errori, ma ci siamo trovati di fronte a un problema grosso e inatteso: la posizione assunta da Nichi Vendola, L’importante sarà tornare uniti dopo le primarie perché il vero obbiettivo non è superarci tra di noi, ma battere anche in Puglia il centrodestra».

Scoperti i due volti della contesa, resta dubbia la posizione dell’Udc, che non si è ancora espresso. Le dichiarazioni nei confronti di Vendola non sono state, comunque, positive. Pochi giorni fa, infatti, il leader del partito di centro aveva detto: «In Puglia mai con Vendola». Si potrebbe ripetere, quindi, l’appoggio al candidato del centrodestra, come nel Lazio. Per il ministro Bondi, questa sarebbe una «pesante e umiliante sconfitta per D’Alema». Su Casini dichiara, invece: «E’ fallito il tentativo di Casini di realizzare un’alleanza di potere con la sinistra sopra le teste dei cittadini. Una vecchia politica al tramonto».

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews