Pasquina, la manovra e un governo…allo sbando

ROMA – E’ più facile che una donna neopatentata riesca a parcheggiare in retro senza servostrezo, che la maggioranza riesca ad avere la meglio su questa manovra! Oggi nuovo colpo di spugna su quello che sembrava l’accordo definitivo siglato lunedì ad Arcore in tema pensioni. La norma che escludeva il riscatto degli anni di laurea e della naja ai fini del calcolo di anzianità lavorativa è stata bocciata ufficialmente dopo un vertice che ha visto confrontarsi il ministro del Welfare Sacconi, quello della Semplificazione normativa Calderoli e i tecnici del Ministero dell’Economia.

Pare che proprio Calderoli sia stato il più entusiasta, convinto di essere riuscito davvero a semplificare con questa soluzione della cancellazione della norma, salvo ricredersi quando gli hanno spiegato che tutto era da rifare dall’inizio.

Diverse le ‘voci’ circolanti sul perchè della caduta del provvedimento. Dubbi di costituzionalità come detto dal centrodestra? Le pressioni della Lega sbadierate in prima pagina dalla «Padania»? L’indignazione di alcune categorie professionali? Qualunque esse siano, poco importa all’Unione Europea che, tanto per cambiare, ci ammonisce richiamandoci all’ordine: «La Commissione europea dedicherà particolare attenzione alle misure strutturali destinate ad agevolare e sostenere la crescita per verificare che esse rispettino i parametri fissati nelle raccomandazioni rivolte dall’Ue all’Italia lo scorso giugno». L’Italietta-Franti ha bisogno di una maestrina-UE dalla penna blu che vigili sulla sua indisciplinata condotta.

Al Pdl toccherà ripartire alla ricerca di soluzioni per coprire il buco lasciato dal mancato gettito della norma pensioni. Aumentare l’Iva, allungare l’età lavorativa, estendere il contributo di solidarietà ai privati, qualche super-prelievo? Queste sono alcune idee, ma pare che quella vincente – dichiarata e diffusa sui media – sia la lotta per ridurre l’evasione fiscale. Eureka! E chi ci aveva mai pensato prima!

Davanti a questa geniale trovata non c’è alcuna ragione di credere ai pessimismi e alle accuse dell’opposizione che parla di governo nel caos (Bersani), di manovra farsa (Finocchiaro), addirittura di truffa (Donadi). La soluzione era lì, a portata di mano, e finalmente il Governo l’ha trovata, ora non resta che applicarla: evasori tremate, forse questa volta a pagare sarete davvero voi. Forse.

Pasquina

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews