Pasquina, la Berlinale e il festival di Sanremo

Due riconoscimenti al talento italiano, cinematografico e musicale. Il primo al Festival del cinema di Berlino, dove 21 anni dopo l’ultimo caso analogo, l’Orso d’Oro va ad un film italiano: Cesare deve morire dei fratelli Paolo e Vittorio Taviani.

Due decenni fa era stato Marco Ferreri a portare a casa il premio con La casa del sorriso, nel 2012 sono i due cineasti – due volte ‘gratificati’ a Cannes con la Palma d’oro (nel 1977 e nel 1982) – ad essere motivo d’orgoglio per il cinema d’autore nazionale. La pellicola è frutto del lavoro dei Taviani con i detenuti del carcere di Rebibbia ed era l’unica italiana in concorso a Berlino: è proprio il caso di dire che, il più delle volte, non conta la quantità, ma la qualità.

kids468x60

Orgoglio nazional-popolare invece quello sanremese, dove la tripletta dei vincitori ha fatto parlare di ‘podio rosa’: tre donne infatti premiate al Festival della canzone italiana, con in primo piano l’ennesimo prodotto della televisione ‘mariadefilippesca’, Emma. Seguono Arisa e Noemi, questa pure uscita da un talent scout.

A prescindere dall’interprete che dire della canzone? Secondo alcuni troppo demagogica e piena di luoghi comuni o banalità, perchè vorrebbe trattare di un tema serio ed attuale (la crisi), ma finisce col risultare stucchevole e retorica. In diretta dall’Ariston, Emma non ricordava nemmeno il nome dell’autore del suo brano: si tratta di Kekko dei Modà…come darle torto?

Insomma se all’estro si premia l’Italia – orgogliosamente con la lettera maiusola – entro i confini nazionali si riesce a far vincere solo e sempre l’Italietta e, se proprio si deve dare un qualche riconoscimento a talento, originalità e spessore artistico (Samuele Bersani, ndr) c’è sempre il premio di consolazione: quello della critica (titolato a Mia Martini che, dei ‘mali’ e delle ipocrisie di questa nostra Italia, era ben consapevole…).

Pasquina

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews