Pasquina e i nuovi fascisti…poco intellettuali

Sembra che da oggi l’etichetta “fascista”, in passato usata per gli esponenti del MSI e poi per i fedeli di Alleanza Nazionale, si adatterà più di tutti ai membri del Movimento Responsabilità Nazionale guidati dall’ex-dipietrista Domenico Scilipoti, protagonista lo scorso settembre del famoso salto dell’acciuga: dalle file dell’opposizione alla maggioranza berlusconiana. Il manifesto dei Responsabili è risultato infatti in larga parte identico a quello degli intellettuali fascisti, steso nel marzo 1925 sotto indicazione di Giovanni Gentile.

Nella prima frase del manifesto scilipotiano una sola parola diverge da quello fascista, internamente al posto di intimamente: “Responsabilità Nazionale è il movimento recente ed antico dello spirito italiano, internamente connesso alla storia della Nazione Italiana”. Anche più avanti si usano termini che ricalcano apertamente i concetti del manifesto del 1925, con l’accortezza di eliminare però parole pericolose come futuro: l’insidia di un potenziale richiamo al traditore Fini e al suo Futuro e Libertà, non sarebbe certo stata prova di grande responsabilità e fedeltà verso Berlusconi.

Il programma di Scilipoti e compagni riesuma la retorica che fu degli intellettuali fascisti, infarcito com’è di richiami alle tradizioni o alla costanza della civiltà, ci manca solo che si facciano girare lo spot elettorale dalla nipote di Leni Riefenstahl, di cui per altro avrebbero già il titolo: Il tonfo della volontà.

L’ultimo punto è un gioiello dell’arte del copia e incolla. Sul manifesto del 2011 si legge, “Responsabilità è concezione austera della vita, non incline al compromesso, ma duro sforzo per esprimere i propri convincimenti facendo sì che alle parole seguano le azioni”, quello del 1925 recitava “E’ concezione austera della vita (…) duro sforzo di idealizzare la vita ed esprimere i propri convincimenti nella stessa azione o con parole che siano esse stesse azioni”.

Ci si domanda con quale coraggio Scilipoti, dopo lo show trasformista in occasione del voto di fiducia al Governo, possa usare la formula “non incline al compromesso”. Anche questo è un miracolo italiano.

Pasquina

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews