Pasqua vegan senza agnello. La proposta di legge di Michela Brambilla

Michela Vittoria Brambilla (fonte: instagram.com)

Michela Vittoria Brambilla (fonte: instagram.com)

Milano – In occasione dell’avvicinarsi della Pasqua e della conseguente mobilitazione del mondo animalista per tutelare gli agnelli e i capretti, presentati sulle tavole italiane, l’onorevole Michela Vittoria Brambilla, in veste di presidente della Lega Italiana per la Difesa degli Animali e dell’Ambiente, ha lanciato, quest’oggi a Milano, un importante messaggio per tutti i cittadini.

PASQUA VEG - “Difendi la vita. Scegli una Pasqua veg” è il motto coniato dalla Lega Italiana per la Difesa degli Animali e dell’Ambiente, volto a sensibilizzare i cittadini sull’uccisione di agnelli e capretti (circa 400mila cuccioli solo lo scorso anno) e sulla possibilità di scegliere una cucina alternativa, salvaguardando animali e pianeta.
Oltre ad una vasta schiera di banchetti informativi in giro per l’Italia, l’onorevole Michela Vittoria Brambilla ha formulato un’importante proposta di legge per difendere gli animali giovani (sul sito www.nelcuore.org è possibili firmare la petizione per chiedere al Parlamento italiano di approvare tale proposta).

IL TESTO DELLA PROPOSTA - Il testo legislativo chiede il divieto per l’abbattimento e la macellazione di animali in giovane età, oltre ad impedirne l’esportazione e l’importazione per le medesime motivazioni.
La scelta di tutelare, in prima battuta, i cuccioli parte dalla volontà di evitare la sofferenza della separazione agli animali, già sottoposti alle dolorose pratiche della macellazione: «Strappare alle madri animali così piccoli è una delle pratiche più crudeli di un’industria complessivamente crudele come quella della carne», afferma Michela Vittoria Brambilla. Gli agnelli, infatti, sono tolti alle loro madri non più tardi di 30-40 giorni dal parto per poi essere trasportati, per lunghi ed estenuanti viaggi in camion, al macello; una sorte analoga viene riservata anche ai cuccioli di maiale e ai vitelli da latte.
La proposta di legge di Michela Vittoria Brambilla vuole tentare di tutelare questi animali, cercando di evitare inutili sofferenze a scapito di un piccolo sacrificio sulle tavole degli italiani.

Sabato 19 e domenica 20 marzo saremo in piazza per sostenere una scelta di vita veg e per una raccolta firme contro la…

Pubblicato da Le.I.D.A.A. su Giovedì 17 marzo 2016

DIETA VEG - Il testo spiega poi come la scelta di una dieta a base vegetale, vegana o vegetariana, sia importante non solo per la salvaguardia degli animali, ma anche per la salute dell’ambiente e dell’uomo: si spiega, infatti, come l’industria della carne richieda un dispendio di risorse gravoso per il nostro pianeta e si evidenza, inoltre, la potenziale dannosità delle proteine di origine animale, come sostenuto anche dall’OMS che ha incluso, tra le sostanze cancerogene, anche la carne lavorata.

Michela Vittoria Brambilla spiega come, nonostante il dimezzamento dei dati di macellazione, i numeri delle vittime siano ancora troppo alti, prendendo anche in considerazione l’estrema sofferenza patita soprattutto dai cuccioli. Ed è proprio in riferimento a questo dato che l’onorevole chiede un intervento del Parlamento, oltre ad un’importante svolta dei cittadini e della loro tavole.

Alessia Telesca

foto: instagram.com;

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews