In viaggio con i bambini: guida alla tua vacanza a Cuba

Cayo-Jutia-Cuba-with-kids

Andiamo in vacanza a Cuba“. Si fa presto a dire, molto meno a fare. O meglio, lo era sicuramente un tempo, quando si era più giovani, o comunque senza figli. Ma magari molti di voi in questo momento ci stanno ripensando e inevitabilmente scattano in mente una serie di domande e perplessità: è una meta lontana, tante ore di aereo, c’è il fuso orario, non è totalmente attrezzata per viaggiare con i bambini, l’acqua e il cibo non sono sicuri e molto altro. Ma sarà davvero così? Vediamolo insieme e poi valutate. Non partite però già col preconcetto che Cuba sia hard e impossibile da raggiungere con prole al seguito. La nostra rubrica è qui per aiutarvi!

CUBA, CLIMA E QUANDO ANDARE?

Prima di tutto il clima che, a mio avviso, è fondamentale. A Cuba non fa mai freddo. E’ vero che ultimamente siamo abituati al clima caldo e tropicale dell’Italia (il vero freddo non l’abbiamo ancora sentito, almeno quest’anno). L’inverno è piacevole con temperature abbastanza elevate. Anzi sarebbe meglio partire tra novembre e metà aprile quando la stagione è secca e ci sono poche piogge. Questo periodo è l’ideale se potete permettervi delle ferie: non sarebbe comodo andare in giro con carrozzina o passeggino mentre fuori diluvia! Inoltre, pensate che bello immergersi insieme ai vostri marmocchietti nelle acque calde e caraibiche e poco profonde di Cuba!

FUSO ORARIO E TRASPORTI

Cuba è 6 ore indietro rispetto all’Italia. Certo il fuso orario non è poco, ma comunque non pensate che i bambini ne risentano, loro si adattano a tutto e molto più degli adulti. Certo i primi giorni soffriranno un po’ il sonno, ma si abitueranno presto! Forse la parte un po’ più ardua è il viaggio aereo di circa 10 ore con volo diretto. Ma questo non vale solo per Cuba, ma per tutti i voli intercontinentali oltreoceano come Stati Uniti, Canada, Brasile, Giappone. Inutile dire che, se avete la possibilità economica, meglio scegliere voli diretti con i bambini. Magari spenderete un po’ di più, ma non sottovalutate la questione dello scalo. Gli scali, infatti sono un massacro non tanto per i bambini quanto per i genitori che devono spostarsi da un gate all’altro con bagaglio a mano, eventuale passeggino o bimbi in braccio e magari aspettare tante ore (durante le quali non potete permettervi nemmeno di riposare) prima di salire su un altro aereo.

Affrontiamo il viaggio dentro l’aereo. L’ideale sarebbe partire con dei neonati, meglio ancora se allattate. In questo caso non avrete il problema di portarvi dietro le pappe, oppure di bambini che hanno iniziato da poco a camminare e magari vogliono farlo proprio nel corridoio dell’aereo! Non preoccupatevi, in un modo o nell’altro arriverete comunque destinazione! Una volta arrivati, affittare una macchina per andare in giro è l’ideale per visitare Cuba. Sicuramente le strade e i marciapiedi a Cuba non sono, come si suole dire, a misura di passeggino e non troverete fasciatoi proprio dietro l’angolo. Ma d’altronde questo non ci può spaventare se siamo abituati all’Italia. Lo stesso vale, in linea generale, per i seggiolini nei ristoranti, ma pazienza! Se vostro figlio è ancora molto piccolo portatevi la fascia o il marsupio come mezzo di trasporto principale, così sarete più comodi.

11379175_368366506699857_345247269_n

SICUREZZA E ALLOGGI

Per quanto riguarda la sicurezza fisica, Cuba è una destinazione ideale per le famiglie in viaggio. Infatti, le aggressioni contro turisti sono rare o pressoché nulle e le strade sono percorribili senza timori a qualsiasi ora del giorno e della notte (sempre se vostro figlio vi permette di avere un po’ di vita notturna!). I cubani sono un popolo caloroso e accogliente anche con bambini. Per quanto riguarda gli alloggi si trovano comunque sistemazioni comode a prezzi abbordabilissimi, in particolare nelle cosiddette “case particular”. ovvero delle specie di B&b cubani.

SALUTE

A Cuba non vi è il rischio di contrarre malattie endemiche come malaria e simili, e non sono richieste vaccinazioni particolari. Sicuramente è necessario portare fermenti lattici e sali minerali in caso di perdita di liquidi. Per bambini sempre avere con sé la tachipirina, che dovrebbe far già parte del vostro kit da viaggio per curare eventuali febbri improvvise. Inoltre non dimenticate i cerotti e le salviette disinfettanti, oltre che ai soliti  medicinali per adulti.

COSA PORTARE IN VALIGIA

Sicuramente i pannolini! Mi raccomando portatene a sufficienza  perché lì non si trovano. Poi portatevi scorte dei biscotti/snack preferiti di vostro figlio, prodotti per l’igiene e la bellezza che a Cuba costano uno sproposito! In valigia anche creme solari e tutti gli indumenti e accessori di cui avrete bisogno.

Dunque pensate che sia fattibile organizzare un viaggio a Cuba con i vostri bambini? Preferite le comodità (magari una meta più vicino casa senza troppe ore di volo) o siete dei tipi avventurosi? Valutate voi.

Genitorigiramondo

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews