Parlamentari inglesi attenzione: qualcuno vi spia!

Tutte le abitudini dei parlamentari inglesi in veste “2.0”. Attentato alla democrazia o puro gossip?

Di Fabrizio Giona 

Sembrerebbe un monito lanciato dagli extraterrestri di chissà quale pianeta. Eppure basta navigare in internet per capire che non si tratta di omini verdi  ma semplicemente di un “Lord inglese” molto curioso, forse più di uno, che stanco della solita ruotine, ha deciso di spiare vizi e virtù degli abitanti di Westminster.

Dapprima è apparso un blogger anonimo che si fa chiamare “Parliament Spy”. Successivamente spuntano fuori un account su Twitter e un sito internet ad esso collegato dal nome “eyespymp”, Eye Spy Member of Parliament, tradotto “l’occhio che spia i Membri del Parlamento”. A far da raccordo tra i tre il blog di “Guido Fawkes“, pseudonimo preso in prestito dal nome del cospiratore cattolico inglese che, nel 1605, tentò di far esplodere il Parlamento con dei barili di polvere da sparo. Comune denominatore del tutto, la diffusione di pettegolezzi, voci e foto dei parlamentari inglesi. E si perché visitando il blog e l’account su Twitter, ci si accorge subito che ciò che interessa, non sono i vari impegni istituzionali dei politici, ma le loro abitudini, i loro gusti alimentari, i locali scelti, le persone frequentate e l’abbigliamento utilizzato. Insomma sembra essere di fronte ad una sorta di restyling del Grande Fratello, che con il suo occhio indiscreto guarda dall’alto i personaggi pubblici più importanti d’Inghilterra. 

Molti pensano che l’autore del blog e l’ideatore di Eyespy siano la stessa persona: questo non è dato sapere e d’altra parte poco importa. Quel che conta veramente è il sempre più crescente successo che queste pagine web stanno avendo. Quasi 2000 iscritti per l’account su Twitter, mail con foto e aggiornamenti che arrivano quotidianamente pronti per essere pubblicati e addirittura il servizio merchandising con tanto di t-shirt personalizzate con il logo del blog.

Eyespy è già stato oscurato una volta, dopo che James Kirkup, corrispondente di politica del  Daily Telegraph e di Telegraph.co.uk, pubblica su quest’ultimo un articolo sul fenomeno. Ma la “Spia” inglese non si è lasciata scoraggiare ed è tornata in una veste ancora più interattiva: per partecipare agli aggiornamenti, infatti, basterà mandare una e-mail con le notizie sugli avvistamenti o le foto dei membri del Parlamento all’indirizzo tweet@eyespy.mp.

Quale sia il reale obiettivo di queste spie ancora non si sa, anche se non è difficile immaginarlo. Di certo non si è in presenza di un attentato alle istituzioni democratiche e tanto meno di fronte ad una strumentalizzazione della politica. È semplicemente Gossip, l’ombra di ogni personaggio famoso pronta a sfidare ogni carica istituzionale ed ogni morale pubblica!

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews