Paralizzata lancia sexy campagna sul web

Fatale la spinta di un’amica in piscina. Ora Rachelle Friedman lancia una campagna on line: “Anche noi paralizzate siamo sexy”

Rachelle Friedman (caffeinamagazine.it)

Rachelle Friedman (caffeinamagazine.it)

Nel 2010 Rachelle Friedman aveva 24 anni e stava per sposare l’uomo della sua vita. Ma durante l’addio al nubilato accadde l’indesiderabile: una sua amica la spintonò in malo modo nella piscina del luogo in cui si svolgevano i festeggiamenti. Risultato: rottura della spina dorsale e celebrità sotto l’etichettatura di “sposa paralizzata” in seguito all’obbligo di vivere con un catetere.

LA FORZA DELL’AMORE – Il tragico evento non diventò, però, sinonimo di privazione totale. Disabile ma piena di forza e di orgoglio fino ai denti, l’americana Rachelle Friedman ha comunque sposato Chris, l’uomo che amava e che l’aveva promessa in sposa, ha dato alla luce una figlia attraverso la fecondazione assistita e oggi torna a far parlare di sé attraverso una scelta coraggiosa: scattare foto sexy per uno scopo ben preciso.

Rachelle Friedman (caffeinamagazine.it)

Rachelle Friedman (caffeinamagazine.it)

«I media lasciano trasparire un apparente e schiacciante consenso sul fatto che le persone con disabilità siano asessuate o per niente sexy», sostiene Rachelle, oggi ventinovenne. «Volevo fare qualcosa non solo per proteggere la fiducia in me stessa, ma anche per chiunque si ritrovi nella mia situazione e non si senta bello per causa di un’imperfezione».

GLI SCATTI – Per questo motivo, Rachelle ha deciso di posare in scatti sensuali indossando, oltre ai pochi indumenti intimi, anche il suo catetere. La causa è più che nobile se si considera che, tra gli scopi principali di una simile scelta, c’è una fortissima intenzione di sensibilizzazione ambivalente: da una parte, il messaggio e chiaro e non può non invitare a una seria riconsiderazione della figura del prossimo; dall’altra, l’intenzione riguarda anche il voler incentivare i propri simili a superare le barriere – per molti insormontabili – dell’accettazione di se stessi.

Rachelle Friedman  e suo marito Chris (caffeinamagazine.it)

Rachelle Friedman e suo marito Chris (caffeinamagazine.it)

«Per la prima volta non sto nascondendo il mio catetere. Non mi sto nascondendo più», garantisce la Friedman. «Spero di ispirare altre persone nella mia condizione a fare lo stesso e a iniziare ad amarsi di più».

In relazione a questo invito, c’è già un hashtag da poter utilizzare per pubblicare in rete le proprie foto a sostegno dell’iniziativa: #WhatMakesMeSexy.

Foto: caffeinamagazine.it

Stefano Gallone

@SteGallone

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews