Papa Francesco e l’hacker su Facebook: i commenti più divertenti

Una pagina Facebook dedicata a papa Francesco presa d'assalto dagli hacker. Dopo le scuse dello staff, i commenti sono tutti da ridere

papa-francesco-hacker-commenti-divertenti

Hacker nel profilo Facebook di papa Francesco: il web non ha perso tempo nel riderci su

Chi entra a far parte del mondo del web, prima o poi, finisce per sottostarne alle regole. È quello che ha scoperto ieri papa Francesco sulla sua pelle (virtuale), quando, attorno alle ore 19 circa, la pagina Facebook non ufficiale del pontefice (ma con link al sito della santa sede vaticana) è stata presa d’assalto da un hacker – anche se sarebbe più corretto dire lamer – che per un’ora circa ha messo “sotto sequestro” l’identità virtuale di Jorge Bergoglio. Un’ora in cui sulla bacheca Facebook di papa Francesco sono apparse bestemmie e inni alla religione islamica, condite da foto di guerriglieri e frasi che vantavano la superiorità dell’Islam.

IL PAPA VIRTUALE CHIEDE SCUSA, IL WEB SE LA RIDE - Una vera e propria “guerra santa virtuale”, che ha scatenato un lungo botta e risposta tra i commenti, ma anche l’ilarità del popolo del web, che ha visto la pagina Facebook più seria e rigorosa del social network made in Zuckerberg diventare una vera e propria bolgia infernale. Impossibile che il web non fagocitasse alla velocità della luce l’accaduto per rigirarlo a proprio favore. Il messaggio di scuse postato attorno all’1 di notte, quando i post sconvenienti erano stati cancellati e lo staff aveva ripreso il controllo della pagina, è stato letteralmente preso d’assalto da commenti di ringraziamento, ma anche e soprattutto dall’immancabile orda di burloni 2.0, che ha trasformato il post di scuse in una pagina satirica. Con qualche evitabile eccesso, ma con tanti spunti di imperdibile ironia, una cui breve selezione è raccolta qui in foto.

commenti-papa-francesco-hacker

I commenti più divertenti nel post di scuse dello staff della pagina Facebook “Papa Francesco” (clicca per ingrandire)

Il noto dissacrante binomio Islam-Kebab ripetuto fino all’esasperazione, le ironie sulla password utilizzata dallo staff (Ora la password è password, Messi10 era troppo scontata, eh?), ringraziamenti per l’hacker che ha “movimentato” un caldo pomeriggio estivo virtuale. Senza esimersi dall’ironia più feroce, tra chi incita papa Francesco “ad una bella crociata punitiva” e chi ricorda che, invece, “sono finiti i bei tempi in cui si potevano bruciare vivi gli eretici, o anche solo condannare chi sosteneva che fosse la terra a girare attorno al sole.

IN PRINCIPIO FU #FAIUNADOMANDAALPAPA - Dalla cascata di ironia non poteva esimersi il flusso di Twitter, il social network sintetico e feroce per eccellenza, unico sul quale il papa ha un account verificato sin dai tempi di Ratzinger. E anche lì, con l’hashtag #faiunadomandaalpapa, ci fu da ridere e non poco. Tra fotomontaggi e battute al vetriolo, speriamo che papa Francesco abbia fatto davvero sfoggio di tutta l’ironia mostrata finora nel suo pontificato. Perché, a leggere tutto quello che segue nell’articolo, tra post, tweet e foto ci vuole molta ironia e anche una discreta dose di autocontrollo. E da quest’ultima, si sa, un papa non può sicuramente esimersi.


Commenti su Facebook e post su Twitter sono stati pubblicati in quanto pubblici. Se qualcuno degli interessati volesse chiedere la rimozione del proprio, contatti la redazione a redazione@wakeupnews.eu

Francesco Guarino
@fraguarino

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews