Pagelle azzurre: Montolivo, che sorpresa. Iaquinta non va, Marchisio kamikaze

Gli azzurri confortano dopo i disastri delle ultime uscite, ma Lippi osa poco e rinuncia all’assedio finale. Mistero sull’insistenza con cui Marchisio viene riproposto nella posizione di regista

di Francesco Guarino

Gianluigi Buffon

Buffon: s.v. Cannavaro e Chiellini gli fanno il picchetto d’onore, poi arriva un tiro ed è gol. Avrà pensato di essere ancora alla Juventus, invece le maglie dei compagni erano azzurre. Esce per infortunio, da valutare i tempi di recupero. FRUSTRATO. (dal 1’ s.t. Marchetti: s.v. Giusto due disimpegni con i piedi e guanti immacolati.)

Zambrotta: 6. Chi lo ha visto ieri sera e si è ricordato del Milan di quest’anno avrà pensato a due giocatori diversi. Ha birra nelle gambe e dimostra che Lippi non ha fatto un azzardo portandolo in SudAfrica. AFFIDABILE.

Cannavaro: 6+. Eccone un altro che in campionato non si era mai visto così. Quando Alcaraz gli salta sulla testa per l’1-0, la colpa è più di De Rossi che sua. Il capitano azzurro annulla le velleità offensive paraguayane e imposta il gioco alla vecchia maniera: petto in fuori e testa alta. Ne abbiamo un gran bisogno. GUERRIERO.

Chiellini: 6. Il grosso del lavoro lo fa Cannavaro, ma per l’arbitro Archundia ha la colpa di non essersi smaterializzato quando Valdez gli frana addosso. Sarebbe punizione per noi, diventa il gol del vantaggio del Paraguay. SFIGATO.

Criscito: 6,5. La dimostrazione che seguire la linea verde non fa male. Resta oculatamente a coprire le sortite offensive di Pepe, cresce nella ripresa e si permette anche un paio di affondi. Marcature efficienti, copertura del pallone accademica e visione di gioco da terzino consumato. GIOVANE VETERANO.

De Rossi: 7- (IL TOP). È un leone e i leoni non dovrebbero lasciarsi scappare le prede. Invece Daniele lascia un metro fatale ad Alcaraz che infila l’1-0. Non è il tipo da scomporsi, continua a randellare a centrocampo e trova con una zampata il meritato gol del pareggio. Chiamatelo capitan Presente, please. OSSIGENO AZZURRO.

Riccardo Montolivo

Montolivo: 6,5. E chi se lo aspettava? L’eredità di Pirlo è pesante da raccogliere, ma il re Riccardo della Fiesole non si lascia intimorire. Altalenante nel primo tempo, solido nei secondi 45’. Peccato per il tiro al 22’: avrebbe potuto fare meglio. SORPRENDENTE.

Iaquinta: 5+. L’attaccante calabrese è stato quantomeno coerente: non s’è visto come esterno, non s’è visto come punta. Se il mister si aspetta che sia lui a saltare l’uomo sulla fascia e a mettere in mezzo il pallone, allora stiamo freschi. IMPANTANATO.

Marchisio: 5. Il problema è che non è lui il problema. Se Lippi mettesse Buffon a fare il terzino, SuperGigi lo prenderebbe a testate. Marchisio dovrebbe fare lo stesso: la zona di campo alle spalle delle punte è nevralgica, intasata di avversari e servono timing di manovra ed estro creativo che lo juventino non ha nelle sue corde. I compagni se ne rendono conto e lo servono poco. A giocare lì sembra persino scarso: fidatevi, non lo è. INCOLPEVOLE. (dal 14’ s.t. Camoranesi: 5,5. L’esterno juventino non è bravo ad entrare a partita in corso. Rientra dall’infortunio e non è al massimo. DA RIVEDERE.)

Pepe: 6-. L’altro polivalente pallino del ct ci mette più corsa e più fiato di Iaquinta. Dal suo piede parte il calcio d’angolo vincente e, in assenza di Pirlo, si fa carico di tutte le palle ferme degli azzurri. Non una scelta felicissima. Sente la pressione mondiale e vorrebbe metterci del suo: quando ci prova, rischia di strafare. POLMONARE.

Gilardino: s.v. La pioggia di Città del Capo è servita a mascherare le lacrime di solitudine del centravanti azzurro. Non gli arriva un pallone manco a pagarlo, l’unico degno di nota è un cross difficile e riesce ugualmente a girarlo verso Villar. Non gli serve cattiveria, ha solo bisogno di qualcuno che metta palloni in area o un compagno con cui fare sponda. SOLITARIO. (dal 27’ s.t. Di Natale: s.v. Lippi lo butta nella mischia a venti minuti dal termine. Merita più spazio: lo vedremo titolare con gli all blacks?)

Marcello Lippi

L’ALLENATORE – Lippi: 5- (IL FLOP). In meno di una settimana ha tirato su una difesa e un centrocampo degni di tale nome: gliene diamo atto. Due grosse pecche pesano tuttavia sulla sua valutazione. Innanzitutto Marchisio: il mediano juventino è pesantemente in difficoltà in posizione da “10” e il Mondiale non è il luogo adatto per mettere in campo esperimenti avviati quindici giorni fa. Inoltre, perché non osare di più nei venti minuti finali? Conveniva forse affiancare Di Natale a Gilardino per provare l’assalto, invece di lasciare sul prato lo spompato Iaquinta. La squadra non è pessima come si temeva e Lippi è il ct dei Campioni del Mondo. Serve qualcosa in più. TIMOROSO.

L’ARBITRO – Archundia (MESSICO) 5,5. Dopo pochi secondi Riveros entra malissimo sulla tibia di Montolivo: è quasi da rosso, lui non fischia neanche la punizione. Il fallo da cui scaturisce il gol del Paraguay è inventato. Se c’è qualcosa, è il fallo di mano di Valdez. Due soli errori ma gravi, per un top referee della FIFA. OTTENEBRATO.

Foto homepage: ANSA

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

3 Risponde a Pagelle azzurre: Montolivo, che sorpresa. Iaquinta non va, Marchisio kamikaze

  1. avatar
    Nicola Gilardi 15/06/2010 a 16:29

    La sensazione è che manca qualcuno in grado di accendere la luce. Sarò banale ma un Cassano sarebbe stato perfetto!

    Rispondi
  2. avatar
    Francesco Guarino 16/06/2010 a 16:22

    Manca decisamente qualcuno capace di far scoccare la scintilla, di dare quel tocco di imprevedibilità alla manovra. Le convocazioni sono andate in porto da un mese abbondante e le obiezioni sono state fatte: adesso la parola passa al campo.

    Rispondi
  3. avatar
    Adriano Ferrarato 16/06/2010 a 18:17

    Il carattere c’è stato….bisogna comunque passare ad un altro tipo di formazione perchè con questa in porta si tira davvero poco. Gilardino lo metterei definitavemente fuori,troppoe volte di spalle ed eccessivamente macchinoso. Inoltre l’ernia del disco di Buffon ci priva di uno dei nostri punti di forza…..

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews