Pagani Zonda si schianta a 320 k/h sulla A10, Mr.”K”pagherà gli “spiccioli” all’autostrada

La Pagani Zonda, vettura distrutta nell'incidente (glamourlife.it)

Spotorno – Sembra incredibile. Ma è uscito senza un graffio dall’incidente K.S., il tedesco di 28 anni che l’altra notte sulla A10 ha distrutto la sua Pagani Zonda da 1,2 milioni di euro. Il conducente dell’auto (che esponeva una targa del Principato di Monaco) ha perso il controllo della vettura in direzione Genova, poco dopo il casello di Spotorno. A circa 320 km/h è entrato in testacoda ed ha picchiato contro il guard-rail di destra, perdendo una ruota.

La vettura è schizzata come una scheggia verso il centro della carreggiata, ribaltandosi, coinvolgendo un’altra vettura nell’incidente e finendo la sua corsa contro il guard-rail del lato opposto. Il conducente è uscito da solo dai rottami della vettura assieme alla passeggera, una ragazza lituana di 21 anni. Leggermente ferito il conducente dell’altra vettura, una Mercedes. La Zonda è il modello che ha dato la celebrità all’azienda italiana della Pagani, che ha sede a San Cesario sul Panaro, in provincia di Modena. La vettura coinvolta nell’incidente è presumibilmente una Pagani Zonda F, accreditata di un’accelerazione da 0 a 100 km/h in circa 3,5 secondi e di una velocità massima superiore ai 340 km/h. Il valore della vettura oscilla attorno al milione di euro e la carrozzeria è quasi interamente costruita in fibra di carbonio: il danno arrecato dopo un incidente di questo tipo è pressoché irreparabile.

Oltre ad aver distrutto la sua macchina milionaria, dovrà risarcire l’autostrada dei Fiori per i danni causati al guardrail della Genova-Ventimiglia. Una passione incontrollabile quella del giovane monegasco, che già nell’aprile dell’anno scorso era stato fermato dalla polstrada alla guida di una Lamborghini Gallardo, mentre sfrecciava a tutto gas: anche in quella occasione gli agenti gli avevano contestato la velocità pericolosa.

Dopo l’incidente la sua Pagani Zonda è da buttare via, ma tutto sommato il 28enne può essere contento, visto che sia lui che la sua passeggera sono usciti illesi dall’abitacolo dell’auto accartocciata.

Ma il misterioso “riccone”, avrà imparato la lezione?

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews