Padre dà olio di cannabis alla figlia malata: arrestato

cannabis

Se si volesse fare un’estrema sintesi di quanto successo in Australia si potrebbe semplicemente dire che un uomo chiamato Adam Koessler è stato arrestato per aver somministrato a sua figlia di due anni un olio di cannabis. Solo che non è così semplice. La bambina, infatti, non è come tutte le altre bambine di due anni. La piccola è malata di neuroblastoma, un tumore neuroendocrino maligno embrionario al tessuto nervoso che ha lasciato alla bambina una probabilità del 50 per cento di sopravvivenza.

MORALE E LEGGE - Adam Koessler non è quindi, come potrebbe risultare in apparenza, un pazzo scriteriato. Ma un uomo che voleva alleviare il dolore di sua figlia. Quanto questo sia etico o morale sta alla singola coscienza di ognuno. Per quello che riguarda il lato legale della vicenda, invece, il fatto, secondo i magistrati inquirenti, costituirebbe reato e per questo l’uomo è stato arrestato per aver dato a sua figlia l’olio di cannabis.

MIGLIORAMENTI - Parlando al Newcastle Herald, il signor Koessler ha spiegato come la figlia abbia mostrato notevoli segni di miglioramento dopo che l’olio di cannabis è stato mescolato con del cocco. Entrando nello specifico, ha raccontato che dopo averle dato l’olio di cannabis la bambina ha deto a suo padre che la pancia non gli faceva più male ed era tornata a mangiare. Inoltre, le era tornata la voglia di uscire. Stando alle parole del padre, sarebbe cambiato anche il colore della pelle della bambina e i suoi occhi sarebbero tornati a brillare.

Ad ogni modo, il signor Koessler è stato arrestato il 2 gennaio dopo essersi recato a Brisbane, dove ha incontrato l’oncologo di sua figlia. È stato accusato per aver fornito farmaci pericolosi ad una persona sotto i 16 anni e per il possesso di droghe pericolose, quindi comparirà in tribunale domani. Alcuni cittadini però pensano che non sia giusto processare l’uomo. Addirittura sul sito change.org è possibile firmare una petizione che chiede di interrompere la pena detentiva.

Giacomo Cangi

@GiacomoCangi

foto: leggo.it

fonte: metro.co.uk

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews