Padre Bisceglia scrive a Berlusconi: ‘aiutiamo insieme i bambini’

Padre Bisceglia scrive a Berlusconi

Padre Bisceglia scrive a Berlusconi

Sono ore importanti quelle che sta vivendo Silvio Berlusconi in questi giorni, condannato in via definitiva a quattro anni di reclusione per il reato di frode fiscali nel processo riguardante i diritti tv Mediaset; l’ex premier ha richiesto di scontare la sua pena presso una Onlus del comune di Macherio, luogo in cui sarebbe in costruzione una struttura adibita all’assistenza di persone con disabilità fisiche e psichiche. Berlusconi, inoltre, dovrà osservare fermamente tutti gli articoli di legge, tenere un comportamento esemplare e, soprattutto, astenersi da eventuale offese ai giudici; in caso contrario l’affidamento ai servizi sociali potrebbe essere revocato, facendo così scattare, conseguentemente, gli arresti domiciliari.

L’INVITO DI PADRE FEDELE BISCEGLIA - Sebbene Silvio Berlusconi abbia espresso una chiara preferenza sulla struttura in cui lavorare, e nonostante stia vivendo un periodo storico difficile, c’è un personaggio, noto alle pagine di cronaca, che ha espresso tutta la sua solidarietà all’uomo. Si tratta di Padre Fedele Bisceglia, l’ex frate di Cosenza condannato in appello per violenze sessuali nei confronti di una suora; la condanna a 9 anni e tre mesi di reclusione gli è stata inferta nel luglio 2011 dal Tribunale di Cosenza, poi confermata in appello nel 2012 a Catanzaro.
Fedele Bisceglia ha inviato una lettera a Berlusconi, per invitarlo a lavorare al suo fianco per aiutare i poveri ed i più deboli; lo scritto recita così: «’Ti invito nell’associazione onlus Il Paradiso dei Poveri. Scendi in Calabria e staremo insieme ai poveri, ai veri amici di Cristo, reciteremo il rosario insieme, la coroncina della Divina Misericordia di Santa Faustina e vinceremo le vere ed uniche elezioni: la salvezza della nostra anima e, perché no, la nostra santificazione».

menisco di berlusconi

Silvio Berlusconi ai servizi sociali

IL DESIDERIO DI AIUTARE I BAMBINI INSIEME A BERLUSCONI - Bisceglia, il cui caso è noto, ha fondato l’associazione di volontariato Oasi Francescana a Cosenza, ma è stato costretto ad abbandonare la struttura a seguito delle accuse di violenza; attualmente ha inviato una differente iniziativa per la fondazione di una nuova Oasi, chiamata Paradiso dei poveri, che si occupa della cura dei bambini con disabilità, la stessa in cui ha invitato Berlusconi. Padre Fedele continua poi la sua lettera affrontando il tema della giustizia e affermando come siano numerose le persone condannate ingiustamente; «Non è il primo e non sarà l’ultimo ad essere condannato innocente, se così è. Tanto tempo fa, un vero innocente e per giunta figlio di Dio è stato condannato ed appeso ad una croce dove poi è morto». Padre Bisceglia conclude il suo invito raccontando l’esigenza di avere una persona accanto ad aiutarlo e, se Berlusconi accetterà l’invito, sarò ospitato ed accolto con grande amore e calore. L’ex frate, in ultima battuta, chiede anche a Silvio Berlusconi di aiutarlo a stare accanto a questi bambini, anche a distanza nel qual caso non potesse recarsi a Cosenza per dare il suo sostegno.

Alessia Telesca

foto:newsnotizie.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews