P4: sì della Camera, via libera all’arresto di Alfonso Papa

 

Alfonso Papa e Silvio e Berlusconi (stopcensura.com)

Roma – Con 319 voti a favore e 293 contrari, la Camera ha concesso nella giornata di ieri l’autorizzazione all’arresto del deputato del PdL Alfonso Papa, travolto negli ultimi mesi dall’inchiesta P4. Una decisione temuta ma non del tutto inaspettata: era dal 1984 che Montecitorio non autorizzava gli inquirenti a procedere in tal senso.

Decisivo il voto della Lega, che ha ottenuto, come da richiesta, lo scrutinio segreto. Il Carroccio ha pagato, in tutta questa vicenda, una forte spaccatura interna resa sempre più palese dai repentini cambiamenti di idea del leader Umberto Bossi: a prevalere è stata però la linea di Roberto Maroni, che non ha mai nascosto di propendere per le manette. Maroni ha ormai in mano le sorti del partito ed è dunque emblematico il fatto che il Senatùr abbia deciso di disertare l’Aula al momento della votazione.

Furiosa, invece, la reazione di Silvio Berlusconi che, subito dopo l’esito del voto, ha palesato la sua contrarietà battendo una mano sul tavolo. Il gesto non è passato inosservato nel silenzio generale con cui è stata accolta la “sentenza” ma il presidente del Consiglio ha voluto comunque ribadire la sua opinione: ”Sono pazzi. E’ tutta una follia, pur di colpire me e buttare giù il governo rinnegano principi che dovrebbero difendere nel totale disinteresse per le persone”. Queste le parole con cui Berlusconi, che ha seguito lo scrutinio da una saletta attigua all’Aula in compagnia di altri dirigenti del PdL, ha prontamente commentato l’accaduto.

In effetti, ora la maggioranza è una dura prova: si profila all’orizzonte l’ennesima spaccatura da risanare.

Opta per questa versione, infine, anche lo stesso Papa, che non ha esitato a definirsi: “Un prigioniero politico”, vittima, a suo avviso, di una scelta decisamente inusuale, frutto soprattutto delle particolari circostanze che coinvolgono l’attuale governo.

Il deputato, dichiaratosi orgoglioso della tanta fiducia avuta dal Premier, si è costituito in serata e ha trascorso la nottata nel carcere di Poggioreale.

Redazione

Foto via: non leggerlo.blogspot.com tramite LaPresse

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews