Outdoor: il primo Urban Art Festival della Capitale alla quarta edizione

Locandina Outdoor IV

Outdoor, What a wonderful city. Il programma completo dell’evento

Roma – A partire dal 2010, un team di sognatori dà vita al progetto di rivalutazione artistica dell’assetto urbanistico romano, ricorrendo, per la prima volta a Roma, alle varie espressioni della street art, movimento eclettico e in continua evoluzione. L’origine del programma di ridefinizione geometrica della città parte dal quartiere Ostiense per poi radicarsi in altre aree urbane, al fine di ricreare una piattaforma aperta all’incontro fra le arti visive e l’architettura.

La quarta edizione dell’ Outdoor Urban Art Festival si colloca tra il 6 il 14 settembre, offrendo uno sguardo su manifestazioni creative all’avanguardia che, partendo dal cuore di Garbatella, si snodano in un viaggio visivo tra i templi culturali della Capitale. Il Festival ha già visto, negli anni addietro, la partecipazione di personaggi del calibro di L’ATLAS, C215, Sten&Lex, J B Rock, Herbert Baglione, Kid Acne, Agostino Iacurci, Momo, Zedz, Borondo e Sam3, fautori della street art di fama mondiale il cui contributo ha aperto nuove prospettive alla città. Nel corso degli anni Outdoor ha permesso la realizzazione, compresi i lavori dell’attuale edizione, di undici interventi permanenti, cinque opere di poster art, quattro installazioni, tre mostre fotografiche e vari momenti di dibattito. Per Outoor IV le due mostre fotografiche si protrarranno per tutto il mese di settembre, gli scatti di Niccolò Berretta saranno esposti presso le Officine Fotografiche fino al 28 settembre mentre la collezione Street Signs di Martha Cooper verrà esibita al Palazzo Incontro sino al 29.

Il cambiamento, parola d’ordine di un evento che si rivolge al futuro, è stato accolto dalle mani degli artisti, accuratamente selezionati da Antonella di Lullo, presenti nell’edizione 2013 di Outdoor. Tra Rero e la fotografa Martha Cooper, rispondono al richiamo urbano gli italiani Sten&Lex, Luca di Maggio e Niccolò Berretta.

L’Opening act, svoltosi il 6 settembre 2013 dalle ore 18:00 presso Piazza Brin, ha proposto la Supervised Independence Wall, un’opera muraria curata da Rerocoadiuvato dalla galleria Wunderkammern di Roma, famoso per ideare strutture concettuali. Tra le ultime, l’artista francese ha realizzato un’istallazione presso il Pompidou sempre in collaborazione con la Wunderkammern, ispirata al morale dibattito tra potere pubblico e proprietà privata. Rero abbraccia la «negazione dell’immagine», provocando il pubblico con frasi a effetto esclusivamente in carattere Verdana. L’installazione per Supervised Independece vede una scritta barrata a fianco del DAMS di Roma3, una libertà controllata che si nasconde tra i meandri dell’animo umano. Dopo Rero, l’Opening act da spazio anche alla street music con Live & DJ sets di Rhò, Furtherset, Lies, Equohm e Ayarcana. Parte inoltre il crowdfunding in via Caffaro: una raccolta volta a finanziare il mural di Sten&Lex che costituirebbe la prima creazione di street art italiana come opera d’arte pubblica. È possibile donare una quota compresa fra i cinque e i cinquecentocinque euro, ricevendo inoltre una serigrafia in tiratura limitata. Il duo artistico, pioniere dello stencil graffiti in Italia, ha già partecipato all’edizione 2010 di Outdoor realizzando Totti Wolf, un poster temporaneo montato sulla facciata di un palazzo a Garbatella.

Il 7 settembre alle ore 18:00 parte l’appuntamento Sick & Wonder presso l’Ara Pacis, con la presentazione in Petcha Kutcha del dibattito sull’evoluzione dell’arte collegata al territorio, tenuto da alcuni fra i maggiori esperti di arte e architettura con la collaborazione di City Vision, un centro indipendente  romano che si occupa di ricerca architettonica dedita allo sviluppo dell’arte contemporanea nel panorama urbano.

Supervised Independence, di Rero (credits Barbara Oizmud)

Supervised Independence, di Rero (credits Barbara Oizmud)

Dall’8 al 28 settembre 2013 presso le Officine Fotografiche è esposto il reportage fotografico di Niccolò Berretta sulla Stazione Termini, all’interno dalle quale ha vissuto dal 2009 fino ad oggi. Tale progetto rappresenta una documentazione «trans, versale» dei flussi cinetici umani, degli avvenimenti extra ordinari, dei vissuti caotici e interculturali che si insinuano quotidianamente nella stazione centrale. Stazione Termini comprende più di mille scatti e circa cinquecento registrazioni audio dei personaggi più significativi nei quali il giovane fotografo romano si è imbattuto durante la sua esaltante avventura.

Dal 12 al 29 settembre 2013 presso il Palazzo Incontro si ospita la mostra Street Signs della famosa fotografa americana Martha Cooper, una delle caposcuola della street art internazionale che ha documentato, con i suoi numerosi e stravaganti scatti, i graffiti, la vita di strada, il degrado e la quotidianità newyorkesi a partire dagli anni Settanta.

La chiusura della kermesse è indetta il 14 settembre presso il Teatro Palladium con l’esposizione di Moving Forward,  un dipinto murale di Luca di Maggio lungo undici metri. Outdoor IV segna la nascita di una collaborazione tra cinema e architettura grazie alla partecipazione di Fabrique Du Cinemà, con lo scopo di affiancarsi nel progetto di trasformazione dell’estetica urbana ampliando i propri orizzonti culturali e creativi.

Il Closing Act prevede la proiezione dei cortometraggi vincitori dei contest Urban Fabrique, un concorso con a tema le mille sfumature della città, rivolto a giovani registi con la passione per la narrazione dell’ambiente metropolitano circostante.

LOutdoor Urban Art Festival è un evento giovane ma dalle grandi aspirazioni, mosso dall’instancabile passione per la modernizzazione del vivibile per mezzo di nuove geometrie concettuali. La street art come forma poetica che tesse le trame di una realtà versatile e in perenne metamorfosi, tra gli alti palazzi di una città imprevedibile e caotica.

Rachele Sorrentino

@rockeleisrock

Per maggiori informazioni cliccare qui.

Immagini Ufficio Stampa Outdoor Urban Art Festival

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews