Once upon a time in Wonderland, le nuove avventure di Alice nella tana del Bianconiglio

once upon a time in wonderland - theurbanalternative.files.wordpress.comIn questi ultimi anni, grazie anche al film campione di incassi firmato da Tim Burton, l’attenzione sul romanzo di Lewis Carroll, Le avventure di Alice nel paese della meraviglie, è risalita in modo esponenziale. Complice un Johnny Depp di alto livello e l’arrivo del 3D nelle sale, il film è stato una piccola rivoluzione che, nel bene e nel male, ha dato un altro spessore a personaggi che tutti ricordavano con le tinte delicate e soffuse del cartone animato Disney.

Sorprendentemente sembra che l’unica via per avvicinarsi alla storia di Alice sia sconvolgerne la trama, come se ciò che aveva immaginato lo scrittore non fosse sufficientemente fantasioso, interessante o avvincente. A dare conferma di questo approccio è proprio la nuova serie tv della ABC Once upon a time in Wonderland in uscita in America il 10 ottobre.

Nell’Inghilterra vittoriana, la giovane Alice - interpretata da Sophie Löwe - è considerata da tutti una pazza, convinta di aver vissuto spettacolari avventure in un mondo parallelo cui ha avuto accesso tramite la tana di un coniglio bianco. Qui la ragazza ha trovato e perduto, il grande amore della sua vita, Cyrus (Peter Gadiot), ucciso dalla perfida Regina Rossa (Emma Rigby). Suo padre e i medici che la tengono in cura credono sia un’adolescente che ha proiettato le sue paure, creando un mondo fantastico in cui rifugiarsi ma che, a differenza di altre ragazze, non sia in grado di superare questa fase di crescita.

La stessa Alice, ricoverata in un manicomio, inizia a dubitare che tutto quello che credeva reale, sia solo frutto della sua fantasia, ma proprio quando decide di accettare la cura che rimuoverà i suoi ricordi, fanno la loro apparizione il fante di cuori - Michael Socha - e il Bianconiglio i quali dicono ad Alice che Cyrus è ancora vivo ma in pericolo, perché perseguitato dalla Regina Rossa e le chiedono di tornare con loro a Wonderland.

Ci troviamo, quindi, di fronte a una produzione che ancora una volta usa il romanzo come background per raccontare poi altre faccende, in cui i personaggi originali vengono stravolti, manipolati e rielaborati a fini puramente commerciali. D’altra parte, non c’era da aspettarsi qualcosa di differente dallo spin-off di una serie, Once upon a time, che ha fatto la sua fortuna proprio giocando con le fiabe più famose al mondo.

SOPHIE LOWE - abc.comAnche se ufficialmente è figlioccio di Once upon a time, questo nuovo progetto, firmato dagli stessi sceneggiatori Edward Kitsis e Adam Horowitz, già autori del telefilm Lost, non partirà con un episodio all’interno della serie madre, ma avrà una premiere tutta sua. Da quello che si afferra dalla campagna pubblicitaria avviata dalla ABC, Once upon a time in wonderland segue la stessa struttura narrativa dell’originale e avrà continui rimandi e legami con questo. Ci saranno probabili cross-over tra stagioni, se gli ascolti premieranno le scelte creative dei due team. Gli autori giurano di aver lavorato focalizzandosi solo sulla prima stagione, senza proiettare troppo in avanti la trama, forse coscienti del rischi di una chiusura anticipata dello show. In comune, inoltre, le due serie hanno anche il massiccio utilizzo di effetti speciali e una fotografia estrema che passa elasticamente dai toni tetri e misteriosi a quelli sgargianti più tipici della fiaba.

Once upon a time in Wonderland farà probabilmente impazzire chi già ha amato la serie da cui è tratto, mentre farà storcere il naso ai puristi del romanzo perché è chiarissimo l’intento, già testato dai suoi autori, di voler dare a tutta la storia un taglio per certi versi più adulto, in cui Alice è lontana anni luce dalla bambina che siamo abituati a conoscere. La protagonista, infatti, è cresciuta e ha poco a che spartire con chi prendeva il tè con il Bianconiglio o tossiva in faccia al Brucaliffo, a parte forse il coraggio. Un coraggio che però è estremizzato e reindirizzato a delinearla per la prima volta come un’eroina innamorata, che non aspetta il principe azzurro, ma al contrario lo va a salvare dai cattivi.

Per sapere se questa scelta narrativa ripagherà i suoi creatori non rimane che attendere il 10 ottobre quando andrà in onda la prima puntata, e qui Alice seguirà di nuovo il coniglio bianco nella sua tana.

Elisabetta Tirabassi

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews