Omofobia in un liceo romano, contestato un libro scolastico

Omofobia protagonista a Giulio Cesare, nella capitale: striscioni e manifestazioni contro "Sei come sei" di Melania Mazzucco.

omofobia

Omofobia di destra nel liceo Giulio Cesare di Roma (romatoday.it)

Roma – Durissima contestazione omofoba di Forza nuova e Lotta studentesca stamattina davanti al liceo classico Giulio Cesare, a Roma. Al centro della protesta, la lettura in classe di un libro di Melania Mazzucco che racconta l’odissea di due genitori omosessuali e della loro bambina, parte di un percorso di sensibilizazione contro l’omofobia.

OMOFOBIA STUDENTESCA IN CORTE – Il blitz omofobo è stato compiuto stamattina, quando uno striscione è stato esposto dai militanti di Forza nuova: circondato da fumogeni gialli e dalle bandiere dei movimenti di estrema destra, riportava la scritta “Maschi selvatici, non checche isteriche”. Rotta di collisione, un collettivo studentesco, anch’esso di destra, ha invece esposto la scritta “emergenza omofollia”, giocando proprio sull’omofobia protagonista della giornata.

SEI COME SEI – E dire che il libro di Melania Mazzucco si limita a narrare la vicenda di Eva che, figlia di due papà, affronta le difficoltà – realistiche e non distanti dalla realtà, semmai dipinte con troppa serenità – dovute alla morte di uno dei genitori. Christian e Giosé, infatti, sono i due padri della bambina, fino a quando Giosé non muore: allora Eva si ritrova abbandonata, affidata allo zio, perché il compagno del padre non è riconosciuto come padre dalla legge italiana. Presa in giro dai compagni, riesce a tener duro e a ricostruire la vicenda dei suoi due genitori, caparbi anche nella ricerca della paternità.

omofobia

Continua la sensibilizzazione anti-omofobia nelle scuole (queerblog.it)

DOCENTI – La scuola non ha tardato a confermare la validità educativa della lettura, che rientra nel piano di sensibilizzazione contro la discriminazione di genere e di identità sessuale: «la lettura integrale del libro in due quinte ginnasio rientrava in un percorso più ampio di sostegno alla lettura su temi di attualità – ha spiegato la dirigente del liceo, professoressa Micaela Ricciardi – la storia narrata dalla Mazzucco è molto delicata, anche nella scrittura e nel linguaggio, non sono certo due frasi sotto accusa a poter riportare il senso di un romanzo che io credo sia adatto all’età degli alunni visto che la protagonista ha appena 11 anni».

MINACCIA OMOSESSUALISTA – I neofascisti di Lotta studentesca hanno bollato rapidamente la lettura, classificata come «di carattere decisamente omosessualista e troppo esplicito». Anche in questa occasione, poi, all’assalto omofobo sono date tinte in supposta difesa dei deboli: «è inaccettabile che al giorno d’oggi, con la crisi che impera e con la disoccupazione a livelli record, vengano presentati ai giovani studenti modelli di vita deviati e perversi come se fossero la normalità o rappresentassero una priorità».
Andrea Di Cosimo, uno dei promotori dell’iniziativa, aggiunge poi che si augura che «episodi come questo non avvengano più e romanzi del genere vengano eliminati definitivamente dalla scuola pubblica»: da questo al rogo dei libri proibiti passa veramente poco.

DENUNCIA E RISPOSTA – Oltre agli studenti di destra, a protestare erano anche state l’Associazione giuristi per la vita e la Pro vita onlus, che nei giorni scorsi avevano presentato un esposto contro la lettura, motivandolo con il «chiaro contenuto pornografico» che, secondo loro, era presente in alcuni passaggi.
A farsi sentire a sostegno della scelta educativa della scuola invece, Fabrizio Marrazzo, portavoce di Gay center: «credo che la scuola abbia il dovere di insegnare la libertà di opinione e di espressione – spiega – per noi è un principio fondamentale: a chi manifesta contro le iniziative educative anti-omofobia nelle scuole dico “Incontriamoci, le diversità sono una risorsa e mai un problema”».

Andrea Bosio
@AndreaNickBosio

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews