Omicidio Melania: arrestato Parolisi

Salvatore Parolisi

NapoliSalvatore Parolisi è stato arrestato. Secondo fonte ANSA, il caporal maggiore dell’esercito indagato per l’omicidio della moglie, Melania Rea, è attualmente sotto ordinanza di custodia cautelare.

Il gip di Ascoli, Carlo Calvaresi, ha accolto la richiesta della Procura che chiedeva l’arresto per Parolisi, con la pesante accusa di omicidio volontario aggravato della consorte ventinovenne.

La donna era stata scomparsa lo scorso 18 aprile ed il suo cadavere era stato trovato due giorni dopo nel Bosco delle Casermette (Teramano). La morte sarebbe da collocare al momento della scomparsa.

Adesso i magistrati stanno valutando la possibilità di trasferire gli atti d’accusa alla Procura di Teramo ovvero, là dove è avvenuto l’omicidio.

Movente – Secondo i magistrati, il motivo dell’omicidio di Melania sarebbe da rintracciare nella relazione extraconiugale che Parolisi aveva ingaggiato con Ludovica P., una recluta dell’esercito sotto l’addestramento del caporal maggiore nel 235 Rav Piceno. Lei e Parolisi erano amanti e il loro affaire era arricchito di messaggi scambiati su Facebook, nei quali Salvatore usava lo username “Vecio alpino”.
Il profilo era poi stato, poi, cancellato il 19 aprile scorso ovvero, il giorno dopo la scomparsa di Melania.
I post del social network, tuttavia, sono stati recuperati grazie alla rogatoria internazionale inviata in California per accedere ai file ed in essi è stato possibile capire con quale insistenza Ludovica chiedesse a Salvatore di abbandonare la moglie per lei.

Famiglia – Ora c’è grande incertezza tra i familiari della vittima: ‹‹E adesso come facciamo con la bambina?›› avrebbe affermato, Michele Rea, fratello di Melania. In effetti, la notizia dell’arresto di Parolisi mette in difficoltà l’intero contesto familiare. La bambina sarebbe la piccola Vittoria, figlia di Salvatore e Melania che – dal momento dell’inizio delle indagini – è stata accudita un po’ dal padre e un po’ dai suoceri di lui. Questo è quanto riporta l’avvocato dei Rea, Mauro Gionni, dopo aver parlato con casa Rea.

Chantal Cresta

 

 

 

 

 

 

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

2 Risponde a Omicidio Melania: arrestato Parolisi

  1. avatar
    Alberto 19/07/2011 a 12:44

    Salvatore Parolisi è stato arrestato questa mattina per l’omicidio, direi premeditato, di sua moglie Melania Rea. Era evidente fin dall’inizio che fosse l’assassino della moglie, ed i numerosissimi indizi raccolti sono tutti univoci e concordanti contro di lui, da costituire una prova valida e decisiva nel complesso. Ora deve solo collaborare, parlare, raccontare tutto, se vuole evitare l’ergastolo. Ha depistato finché ha potuto, comprese le tre macchioline di sangue di Melania nell’auto, lavandole, che erano cadute dai suoi abiti sporchi del sangue della moglie. Tra tante menzogne, Salvatore ha raccontato solo due mezze verità, che però l’hanno incastrato: la pipì di Melania, non nel bagno del chiosco del pianoro di Colle San Marco, ma nella pineta del Bosco delle Casermette, ed il caffè bevuto dalla donna, non nel bar-ristorante di Colle San Marco, ma a casa sua, a Folignano, prima di uscire, per l’ultimo viaggio senza ritorno, con destinazione luogo del delitto e della sua morte, per mano dell’uomo che lei amava.

    Rispondi
    • avatar
      Chantal Cresta 19/07/2011 a 13:19

      Ha seguito con molta attenzione il caso, vero?
      Davvero una buona ricostruzione…

      Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews